rotate-mobile
Cronaca

Interrogazione su via Adolfo Celi: "Appena rifatta e già piena di buche", la replica: "L'intera questione già seguita dai competenti uffici"

Botta e risposta sulla richiesta del consigliere Carbone in merito alla corretta esecuzione dei lavori di rifacimento del manto stradale

Gli interventi di rifacimento terminati soltanto qualche settimana fa e già la sede stradale presenta dei cedimenti e degli smottamenti importantissimi ed alcune buche profonde che fanno presagire un crollo imminente. La situazione, già segnalata da MessinaToday è ora oggett di una interrogazione del consigliere comunale del gruppo “Fratelli d’Italia”, Dario Carbone. Sotto la lente i lavori di rifacimento del manto stradale recentemente effettuati nella zona sud della città di Messina ed in particolare in via Adolfo Celi.

Appena asfaltata è un pericolo per bici, moto e monopattini: la via Celi sotto osservazione

"La situazione - scrive il consigliere che allega anche una documentazione fotografica -  rappresenta un pericolo costante per pedoni, automobilisti, motociclisti, ciclisti e fruitori della strada ed è compito dello scrivente rappresentare come, in caso di incidenti stradali derivanti dalla sopracitata situazione, non è da escludere la responsabilità dell’Ente - custode del bene - alla luce della più recente giurisprudenza in materia. Occorrerà pertanto vigilare sulla corretta esecuzione dei lavori in commento acquisendo informazioni e documentazione utile da parte del Dirigente, del RUP, del direttore dei lavori e dell’Impresa esecutrice".

Il consigliere chiede dunque al sindaco risposta scritta sulla corretta esecuzione dei lavori di rifacimento del manto stradale nella zona Sud della città di Messina ed in particolare in via Adolfo Celi di fronte al supermercato “Lidl” ed all’incrocio con il villaggio UNNRA.

La replica

In data 30/01/24, con ordinanza n. 131, il dipartimento Servizi manutentivi ha comunicato il programma dei lavori di ripristino del manto bituminoso, già sollecitati da alcuni consiglieri della II Municipalità, da effettuare a cura dei Servizi Tecnici in via Adolfo Celi e strade limitrofe. Per tali interventi, previsti da tempo, non era peraltro stato ancora consegnato il certificato di regolare esecuzione, né era stato possibile ultimare il rifacimento, a causa delle non ottimali condizioni atmosferiche.

L’intera questione dunque era stata già attenzionata e seguita dai competenti uffici dall’inizio di gennaio, che avevano già programmato i lavori prima che la notizia fosse data alla stampa in modo evidentemente parziale e distorto, essendo già stati formalizzati e prodotti tutti i provvedimenti necessari, che sono atti pubblici a disposizione di chiunque voglia prenderne visione. Non appare inoltre superfluo rammentare che i consiglieri comunali, attraverso i poteri ispettivi, hanno titolo per chiedere informazioni e documenti agli uffici, sia formalmente che informalmente. In alternativa, è sempre possibile interpellare gli assessori al ramo, per avere rapidamente notizie certe, evitando inutili perdite di tempo. Formulare note o interrogazioni che si rivelano immotivate, così come purtroppo spesso accade, pur essendo assolutamente legittimo, innesca infatti un meccanismo di appesantimento burocratico nocivo sia per cittadini che per i dipendenti, già particolarmente onerati da una notevole mole di lavoro.

Sarebbe auspicabile per il futuro, un dialogo costante e costruttivo sia con la parte politica che con gli uffici, evitando il proliferare di notizie fuorvianti non suffragate da atti, che generano immotivato malcontento che non giova né al governo, né allo sviluppo della città, per il quale bisogna lavorare insieme, segnalando le reali criticità.

articolo modificato alle 13 del 6 febbraio 2024 // aggiunta replica

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazione su via Adolfo Celi: "Appena rifatta e già piena di buche", la replica: "L'intera questione già seguita dai competenti uffici"

MessinaToday è in caricamento