Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Dalla tragedia di Stromboli alla difesa dei minori: le imprese dei carabinieri raccontate nel calendario 2020

Presentata la nuova edizione del calendario dell'Arma. All'interno testi della scrittrice Margaret Mazzantini e le tavole illustrato di Mimmo Paladino. Dodici storie quotidiane con protagonisti i militari. Tra queste anche l'eruzione del 3 luglio

E' un calendario narrativo quello scelto per il 2020 dall'Arma dei carabinieri. 

Il prodotto editoriale, in stampa dal lontano 1928, racconta dodici storie che hanno come protagonisti i militari e lo fa utilizzando la raffinata penna della scrittrice Margaret Mazzantini e le tavole illustrate di Mimmo Paladino.

Questa mattina, in contemporanea con la cerimonia ufficiale di presentazione tenutasi a Roma, il calendario è stato mostrato alla stampa durante una conferenza al comando provinciale. 

Tra i fatti raccontati, gesti semplici e nello stesso tempo eroici, c'è l'intervento durante l'eruzione dello Stromboli dello scorso 3 luglio. Un avvenimento che ha segnato l'intera Italia e che è stato scelto tra i tanti per rappresentare al meglio il lavoro spesso rischioso dei militari. 

Storie di ordinario eroismo, cifra distintiva del carabiniere, che fanno comprendere a pieno lo spirito di servizio con cui donne e uomini in uniforme affrontano silenziosamente quello che molti di loro stessi definiscono la loro missione, ovvero la tutela delle fasce più deboli e vulnerabili della società.

Atti di ordinario valore che affondano le radici nella storia dell’Istituzione. Questo il senso della copertina dall’intenso fondo color oro, che oltre a richiamare la tradizione estetica del
passato - riprende l’oro utilizzato nei mosaici di Ravenna e dai maestri senesi, poi ripreso da Gustav Klimt – simbolicamente celebra il metallo della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare, concessa cento anni addietro, il 5 giugno 1920, alla Bandiera dell’Arma dei carabinieri per la partecipazione al primo conflitto mondiale. 

Il calendario 2020 è preceduto, come di consueto, dalla prefazione del comandante generale Giovanni Nistri mentre l'ultima pagina è dedicata alla memoria dei carabinieri caduti in servizio. 

L’incontro è stata l’occasione per presentare altre due sempre più apprezzate opere editoriali: il calendarietto da tavolo, dedicato alle piazze d’Italia, simbolo dello scambio di
pensieri e di crescita delle identità collettive, del confronto e della conseguente crescita culturale, nonché centro di nascita della democrazia, luoghi di crescita delle identità collettive che i carabinieri tutelano con la loro presenza tra la gente.

Prodotto anche  il Planning da tavolo che racconta la Banda dell’Arma dei carabinieri, fiore all’occhiello dello straordinario patrimonio bandistico italiano, nel centenario della sua istituzione.

Il ricavato del calendarietto sarà devoluto all’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri (ONAOMAC) e quello del planning all’ospedale pediatrico “Meyer” di Firenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla tragedia di Stromboli alla difesa dei minori: le imprese dei carabinieri raccontate nel calendario 2020

MessinaToday è in caricamento