rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Randagismo, Comune visita il canile calabrese candidato ad ospitare 101 cani: "Struttura in ordine e ben organizzata"

Il sopralluogo a Taurianova dell'assessore Massimiliano Minutoli. Palazzo Zanca sta ultimando le verifiche prima di dare l'ok al trasferimento delle bestione, così come sancito dall'appalto

Missione in terra calabra per l'assessore al Benessere degli Animali Massimiliano Minutoli. Il tema è quello del randagismo, tra quelli più caldi delle ultime settimane dopo l'affidamento dell'appalto per la gestione di un anno dei cani di proprietà comunale. Di questi, 101 sono destinati a finire al canile di Taurianova, la cui società si è aggiudicata la gara insieme ai gestori del "Millemusi" di Castanea. La soluzione del trasferimento non piace alle associazioni di volontari e animalisti, arrivate ad istituire una petizione per far rimanere quanto più cani possibili in città.

E proprio a Taurianova questa mattina si è recato Minutoli. Così come anticipato a MessinaToday nei giorni scorsi, il Comune sta infatti portando avanti una serie di valutazioni prima di dare l'ok al trasferimento dei cani. A questo è servito il sopralluogo di oggi al "Rifugio il Parco". Insieme all'esponente di giunta, il funzionario comunale responsabile del servizio Michelangelo Restuccia e il personale della polizia municipale.

Al sopralluogo hanno preso parte il medico veterinario del Comune di Messina Massimiliano Arinisi e la rappresentante della Lav sezione di Bari Maria Rosaria Leone. Relativamente alle associazioni animaliste messinesi l’assessore Minutoli evidenzia che “erano state invitate per le vie brevi e successivamente via mail a partecipare al sopralluogo. Alcuni rappresentanti hanno risposto di non potere presenziare a causa dell’esiguo anticipo in merito alla data di comunicazione, altri non hanno riscontrato l’invito – come ha riferito il responsabile dell’ufficio benessere degli animali. Quindi – prosegue Minutoli – nessun rappresentante delle associazioni messinesi ha presenziato. Nel corso della visita abbiamo constatato una ambiente pulito e ordinato e ben organizzato secondo quanto disposto dall’amministratore giudiziario. Nel canile operano cinque unità lavorative, tre operatori, un veterinario ed un amministrativo per la cura e gestione di 312 animali presenti a fronte di una capienza di circa 1200, già accreditata dall’Asp della Regione Calabria. Sentito il medico veterinario, al quale ho richiesto una relazione dettagliata, abbiamo constatato uno stato ottimale delle condizioni igienico sanitarie nei box e nelle aree sgambamento. Al termine del sopralluogo è stato concordato che approfondiremo ulteriori aspetti in merito alle segnalazioni che abbiamo ricevuto o appreso a mezzo stampa, al fine di essere certi dell’idoneità dei luoghi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Randagismo, Comune visita il canile calabrese candidato ad ospitare 101 cani: "Struttura in ordine e ben organizzata"

MessinaToday è in caricamento