rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Randagi destinati in Calabria, il Comune precisa: "Nessun trasferimento senza i documenti in regola"

L'assessore Massimiliano Minutoli fa chiarezza sul futuro dei 101 cani in procinto di essere trasferiti nel Reggino. Palazzo Zanca ha avviato la verifica sullo stato di salute delle bestiole e sull'esistenza di tutti i requisiti. Intanto crescono le richieste di adozione

"Nessun cane sarà trasferito se prima non ci saranno tutti i documenti in regola". L'assessore al Benessere degli Animali, Massimiliano Minutoli, fa chiarezza sulla vicenda dei randagi di proprietà del Comune destinati a finire in Calabria. Le bestiole, più precisamente verranno accolte dalla società Parco Srl di Taurianova, vincitrice, insieme al canile Millemusi, del bando pubblicato da Palazzo Zanca. In particolare, 320 cani resteranno nella struttura di Castanea, la restante parte (101 per cani per l'esattezza) attraverserà lo Stretto.

Un'eventualità che ha messo in fibrillazione volontari e animalisti. Da qui la raccolta firme sulla piattaforma change.org affinchè i cani, al momento custoditi in altri canili siciliani convenzionati con il Comune, possano restare a Messina. 

Ma nulla è ancora deciso. "Non c'è ancora una data stabilita, stiamo verificando con la massima attenzione - precisa Minutoli - lo stato di salute dei cani e la presenza di tutti i certificati necessari. Tutto avverrà in accordo con le direttive stabilite dal ministero della Salute. In secondo luogo si procederà ad un sopralluogo preventivo nella struttura di Taurianova volto ad accertare l'esistenza di tutte le certificazioni previste anche riguardo alle modalità di trasporto delle bestiole. L'interesse dell'amministrazione comunale è di tutelare innanzitutto gli animali e rispettare un bando a carattere nazionale, istituito secondo i criteri previsti dalla legge".

Intanto, il numero di cani destinato ad andare in Calabria è destinato a ridursi. "Abbiamo già ricevuto sedici richieste di adozione e nei prossimi giorni ne arriveranno altre. Ci stiamo muovendo anche su questa direzione per dare una famiglia a più animali possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Randagi destinati in Calabria, il Comune precisa: "Nessun trasferimento senza i documenti in regola"

MessinaToday è in caricamento