rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca Milazzo

Fermata nave maltese al porto, scoperte gravi irregolarità

A Milazzo i controlli della Guardia costiera hanno portato alla detenzione del mezzo dopo la conclusione dell'attività ispettiva. Sanzione di 7mila euro

Al porto di Milazzo la Guardia Costiera ha fermato una nave maltese dopo attività ispettiva a bordo. Continua senza sosta l’attività ispettiva del nucleo Port State Control della Capitaneria di porto di Milazzo che, a partire da sabato 20 agosto, ha sottoposto a fermo amministrativo una nave da carico battente bandiera Maltese al termine di un'ispezione approfondita.

Dai controlli effettuati a bordo sono emerse gravi irregolarità in diversi settori ricomprendenti le dotazioni antincendio dell’unità, la prontezza operativa dei mezzi di salvataggio e la preparazione dell’equipaggio per la gestione delle emergenze a bordo. Nel corso della lunga attività ispettiva, iniziata al mattino e terminata nel tardo pomeriggio, sono state rilevate 8 deficienze, di cui 7 particolarmente gravi e indicanti una inadeguata gestione della nave non coerente con gli standard minimi di sicurezza previsti dalle vigenti normative nazionali ed internazionali di settore.

Al termine dell’ispezione, il personale del Nucleo Port State ha provveduto quindi a notificare al Comandante della nave il provvedimento di “detenzione nave” in considerazione del quale la nave non potrà lasciare il porto di Milazzo sino a nuova ispezione finalizzata a verificare che tutte le deficienze riscontrate a bordo siano correttamente rettificate prima della partenza.

E' stato elevato nei confronti del comandante dell’unità anche un verbale amministrativo di 7000,00 in armonia secondo le disposizioni nazionali in materia di preparazione degli equipaggi.

La nave è stata selezionata in base alle procedure elaborate ad inizio anno dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, in attuazione agli obiettivi strategico-operativi conferiti dal Signor Ministro delle Infrastrutture e della mobilità Sostenibili per l’anno 2022. Il sistema si sostanzia in una analisi preventiva della “vita” delle navi che scalano i porti
italiani, attraverso l’incrocio di dati relativi alla performance delle Compagnie di gestione, agli esiti delle precedenti ispezioni e ad eventuali fattori imprevisti.

Dall’inizio dell’anno solare 2022, delle 29 unità che sono state sottoposte a ispezione PSC sono già 2 quelle fermate da parte del personale Port State Control della Capitaneria di porto di Milazzo, un numero che evidenzia quanto importante e prioritaria sia l’attività di controllo per assicurare che i traffici marittimi siano effettuati nel pieno rispetto degli standard previsti a garanzia della
salvaguardia della vita umana in mare, dei lavoratori marittimi e della tutela dell’ambiente marino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermata nave maltese al porto, scoperte gravi irregolarità

MessinaToday è in caricamento