Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Cerca di sedare una rissa e viene pestato a sangue, carabiniere in gravi condizioni

I fatti la notte del 1 agosto a Castellammare di Stabia. Il militare messinese era libero dal servizio ma è intervenuto per calmare gli animi. Un gruppo di persone lo ha aggredito: pugni calci e colpi di casco in testa

E' ricoverato in ospedale con una seria commozione cerebrale il carabiniere messinese pestato a sangue la notte del 1 agosto a Castellammare di Stabia. Il militare, libero dal servizio, stava passeggiando per le strade del centro insieme ad alcuni familiari quando si è accorto di una lite in corso tra due persone in seguito ad un banale incidente stradale. L'uomo, 36 anni, si è subito qualificato prendendo le generalità dei presenti, ma ad un certo punto è stato aggredito violentemente da un gruppo di persone.

Il video dell'aggressione

Prima è stato investito da un motorino, poi calci, pugni e addirittura colpi di casco in testa, ma la violenza è proseguita quando qualcuno ha addirittura utilizzato sedie e un tavolo in metallo di un bar per colpire il carabiniere.

Come riporta NapolToday, il militare dell'arma trentenne è stato soccorso dalle persone presenti, mentre gli aggressori fuggivano ed è stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Leonardo. Difficoltà per il 118  a giungere sul posto in tempi brevi a causa del traffico in zona. Le sue condizioni sono gravi, anche se la tac ha escluso conseguenze peggiori. Preoccupano soprattutto i colpi che ha subito alla testa che hanno provocato numerose ferite e una copiosa perdita di sangue. Di 25 giorni la prognosi.

L'appuntato residente a Gragnano era con la moglie e due cognati quando è avvenuta l'aggressione. Grazie ai filmati e alle immagini della videosorveglianza sono state fermate quattro persone di 24, 23, 21 e 17 anni, tutti di Castellammare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di sedare una rissa e viene pestato a sangue, carabiniere in gravi condizioni

MessinaToday è in caricamento