Arrivano i carabinieri e buttano la droga nella fognatura, quattro arresti

Sorpresi in flagranza di reato in una abitazione di Minissale. L'operazione dopo una serie di appostamenti. Nei guai tre messinesi e una 33enne reggina

Tre arresti per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Sono stati eseguiti, in flagranza di reato, dai carabinieri di Messina Sud insieme ai militari della Stazione di Gazzi nei confronti del 33enne C.A, il 26enne B.C.M., entrambi messinesi e già noti alle forze dell’ordine, il 37enne B.R. di Messina e la 33enne P.M. di Reggio Calabria, ritenuti tutti responsabili del reato di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

I carabinieri, durante i controlli sul territorio, da alcuni giorni avevano notato movimenti sospetti nei pressi dell’abitazione di C.A., sita nel rione Minissale, dotata anche di un sistema di videosorveglianza, attraverso il quale si potevano controllare i movimenti esterni. Dopo diversi servizi di appostamento, i militari hanno deciso di fare irruzione nella casa per effettuare una perquisizione domiciliare. La perquisizione ha consentito di rinvenire circa 40 grammi di sostanza stupefacente tipo marijuana nonché tre involucri in plastica contenenti complessivamente 4 grammi circa di cocaina, che gli arrestati avevano gettato nella conduttura fognaria adiacente all’abitazione nel tentativo di occultarla, poi recuperata dai carabinieri. Nell’abitazione i militari hanno inoltre rinvenuto 5 bilancini elettronici di precisione e la somma in contanti di euro 1.281,00, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sostanza stupefacente, i bilancini di precisione e la somma di denaro sono stati sottoposti a sequestro ed i quattro soggetti sono stati arrestati, in flagranza di reato, in quanto ritenuti responsabili del reato di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Ieri mattina gli arrestati sono comparsi dinnanzi al Giudice del Tribunale di Messina che, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per B.C.M., B.R. e P.M. la sottoposizione agli arresti domiciliari, mentre C.A. è stato ristretto al carcere di Noto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento