rotate-mobile
Cronaca

Nascondeva droga in casa, un sistema di videosorveglianza teneva lontani i controlli

I carabinieri della Compagnia Messina Sud hanno arrestato un 28enne messinese, nell'abitazione scoperti crack e cocaina

I carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato – in flagranza di reato - un 28enne messinese. Già noto alle Forze
dell’Ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di sostanze stupefacenti. Da alcuni giorni i carabinieri delle Stazioni di Messina Tremestieri e Giampilieri stavano monitorando l’abitazione del giovane. L’insolito andirivieni di persone, perlopiù giovani noti quali assuntori di droghe, accertato durante i servizi di appostamento, ha incrementato, nei militari, il sospetto di una presunta attività di spaccio all’interno nell’abitazione monitorata. Sulla base degli elementi investigativi raccolti i carabinieri hanno fatto irruzione nell’appartamento dell’indagato per eseguire una perquisizione domiciliare.

Nella cucina, all’interno di un pensile, abilmente occultate tra le stoviglie, i militari hanno trovato e sequestrato 10 grammi di crack e 20 grammi di cocaina. Inoltre sono stati altresì trovati e sequestrati anche strumenti per la pesatura e materiale verosimilmente utilizzato per il confezionamento dello stupefacente, oltre a un sofisticato sistema di videosorveglianza presumibilmente utilizzato dal 28enne per eludere eventuali i controlli delle Forze di Polizia.

Condotto in caserma, il 28enne è stato arrestato dai Carabinieri che, una volta ultimate le formalità di rito, lo hanno ristretto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La droga sequestrata è stata inviata ai Carabinieri del R.I.S. di Messina per le analisi di laboratorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva droga in casa, un sistema di videosorveglianza teneva lontani i controlli

MessinaToday è in caricamento