rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Fiumedinisi

Aveva chiesto aiuto ad uomo per poi derubarlo con l'aiuto di tre complici, in manette 39enne

In manette una donna di Fiumedinisi per rapina aggravata in concorso. I fatti risalgono al gennaio 2013

Una donna di Fiumedinisi dovrà scontare due anni e otto mesi di carcere per il reato di rapina aggravata in concorso. 

I fatti risalgono al gennaio del 2013. Insieme alla sorella, la donna, 39 anni, aveva convinto un 57enne ad aprire la porta della propria abitazione sostenendo di aver bisogno di aiuto. In quella circostanza le due donne attesero che il malcapitato uscisse di casa per assalirlo con la collaborazione di altri tre malviventi nascosti nei cespugli limitrofi e, dopo averlo legato e imbavagliato, sotto la minaccia di un’arma, lo costrinsero a farsi indicare dove tenesse il denaro e le chiavi di una cassaforte con all’interno alcuni fucili da caccia.

Le indagini dei carabinieri consentirono fin da subito di acquisire importanti elementi circa il coinvolgimento della donna nel grave episodio delittuoso le cui responsabilità sono state riconosciute nell’odierno provvedimento.

La 39enne è stata rinchiusa nel carcere di Gazzi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva chiesto aiuto ad uomo per poi derubarlo con l'aiuto di tre complici, in manette 39enne

MessinaToday è in caricamento