A Caronia denunciati padre, madre e figlio: in macelleria avevano carne in cattivo stato di conservazione

Alla frazione Marina i controlli dei carabinieri hanno passato a setaccio i negozi per contrastare violazioni al settore agroalimentare

I carabinieri durante le ispezioni nelle celle frigorifere

Carne in cattivo stato di conservazione. I carabinieri della Compagnia di Santo Stefano di Camastra e del Reparto Tutela
Agroalimentare di Messina hanno svolto controlli finalizzati al contrasto delle violazioni nel settore agroalimentare in alcuni negozi di Caronia. Con l'aiuto dei tecnici dell'azienda sanitaria provinciale - distretto di Sant'Agata di Militello, i carabinieri hanno denunciato in stato di
libertà alla procura di Patti il titolare di una macelleria che si trova alla frazione Marina, la moglie e il figlio in qualità di responsabili della gestione dell’esercizio commerciale, ritenuti responsabili del reato di detenzione di alimenti destinati alla vendita in cattivo stato di conservazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, durante il controllo, i militari hanno accertato che il titolare ed i familiari gestori del punto vendita detenevano, all'interno della
cella frigorifera, 150 chilogrammi di carne di varie specie animali, bovini, suini, ovini e pollame, in promiscuità con scarti di lavorazione di origine animale violando pertanto la normativa che disciplina la conservazione degli alimenti. Poiché le condizioni di conservazione delle carni erano tali da renderle potenzialmente contaminate, i carabinieri hanno proceduto al sequestro degli alimenti per la successiva distruzione. Nel corso di un controllo presso un’altra macelleria della zona, i carabinieri hanno contestato al titolare una violazione amministrativa per commercializzazione di carni bovine in assenza di tracciabilità con il contestuale sequestro del prodotto, sono stati rinvenuti 4 chilogrammi di carne bovina priva delle indicazioni obbligatorie circa la provenienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento