Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Morte Viviana e Gioele, il gip deciderà se consentire l'esame 3D sui corpi

Il prossimo 21 settembre l'udienza in camera di consiglio al tribunale di Patti. Il giudice Aliquò dovrà pronunciarsi sul ricorso dei legali della famiglia Mondello dopo il diniego della Procura relativo a nuovi accertamenti sui cadaveri

Il tribunale di Patti

Il gip Eugenio Aliquò dovrà decidere se far nuovamente esaminare i corpi di Viviana Parisi e del piccolo Gioele ai consulenti di parte. Il prossimo 21 settembre il giudice del tribunale di Patti presiederà l'udienza in camera di consiglio dopo il ricorso presentato dagli avvocati della famiglia Mondello contro il diniego della Procura sulla possibilità di analizzare i resti di mamma e figlio con una tecnologia laser che permette la ricostruzione in 3D. Gli avvocati Claudio Mondello e Pietro Venuti lo scorso 5 agosto si erano infatti opposti al no del pubblico ministero alla richiesta di far tornare a lavoro il criminologo Carmelo Lavorino e il medico legale Antonio Della Valle che puntano sull'utilizzo di un laser-scanner per reperire ulteriori informazioni dai resti, in obitorio da più di un anno. 

Viviana e Gioele, le intercettazioni dei familiari a poche ore dal tragico ritrovamento

Al gip anche l'onere di decidere sulla richiesta di archiviazione delle indagini presentata dal pm Angelo Cavallo che ha indagatoper omicidio, sequestro di persona e omissioni di atti di ufficio. Gli avvocati della famiglia dovrebbero formalizzare opposizione entro il prossimo 17 settembre. Intanto, i legali Mondello e Venuti continuano il lavoro di studio della documentazione che racchiude il lavoro degli investigatori durato un anno. Un attenta fase di studio per raccogliere tutti gli elementi necessari a decidere quale strada intraprendere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Viviana e Gioele, il gip deciderà se consentire l'esame 3D sui corpi

MessinaToday è in caricamento