rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Caronia

Bimba inghiotte un bastoncino di legno e rischia di morire, salvata da un giovane fruttivendolo: "Ecco come ho fatto"

Il gesto eroico del 33enne Nunzio Musarra ieri mattina ha evitato la tragedia sul lungomare di Marina di Caronia. Il racconto di quei drammatici momenti

"Ho agito d'istinto e con un colpo di coraggio ho compiuto quella manovra". E' ancora emozionato Nunzio Musarra, il 33enne che ieri ha salvato la vita a una bimba di due anni, vicina al soffocamento dopo aver ingoiato un bastoncino di legno. Il suo intervento si è rivelato provvidenziale ed ha evitato la tragedia. "Stavo lavorando con il mio furgoncino sul lungomare di Marina di Caronia - racconta il giovane a Messina Today - all'improvviso ho notato una donna che chiedeva aiuto urlando, in braccio teneva una bambina. Mi sono avvicinato e ho notato che la piccola aveva il legno conficcato in gola e non riusciva a respirare. Nel panico generale ho pensato a mia figlia e mi sono detto che dovevo assolutamente fare qualcosa. Non so cosa mi abbia spinto, ma con un gesto secco sono riuscito a togliere quel bastoncino".

La bimba ha poi ripreso i sensi ed è scoppiata in un pianto liberatorio, poco dopo è stata trasportata all'ospedale di Sant'Agata di Militello da un'ambulanza del 118.  Le sue condizioni per fortuna sono buone e non corre più alcun pericolo. "Sono andato a trovarla questa mattina - ha detto Nunzio - è stato emozionante rivederla".

Il gesto del giovane commerciante è stato lodato dall'intera comunità del piccolo paese messinese. "Non posso che complimentarmi - ha precisato il sindaco Giuseppe Cuffari - con il nostro concittadino, nei prossimi giorni lo inconterò per dargli un riconoscimento ufficiale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba inghiotte un bastoncino di legno e rischia di morire, salvata da un giovane fruttivendolo: "Ecco come ho fatto"

MessinaToday è in caricamento