Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca Viale San Martino / Viale San Martino

L'alloggio comunale all'ex Gil non era stato sgomberato, blitz di De Luca al campo d'atletica

Torna d'attualità la vicenda che nel luglio 2019 aveva visto protagonista il custode sorpreso a guardare la tv durante l'orario di lavoro. La casa di proprietà dell'ente pubblico non era stata liberata

L'ingresso del campo d'atletica ex Gil

La vicenda era esplosa nel luglio 2019. Il custode dell'ex Gil sorpreso a guardare la tv durante l'orario di lavoro direttamente dal sindaco Cateno De Luca in uno dei suoi blitz. Poi il chiarimento a Palazzo Zanca ma con l'obbligo di lasciare l'alloggio del Comune. De Luca - come annunciato ieri in un post - è tornato oggi al campo Santamaria sostenendo di aver dovuto personalmente sgomberare la casa adiacente all'ex Gil che si affaccia sul viale San Martino. "Avevo ordinato il 7 luglio 2019 lo sgombero dell’appartamento occupato dal custode, a oggi l’ordine non è stato eseguito e partiranno le denunce del caso. In qualche anfratto del  palazzo municipale ancora c’è il gioco dei compari e delle comari. Se li becco e quando li becco saranno guai!". Il custode - secondo quanto era stato stabilito - doveva liberare l'abitazione comunale adiacente al campo d'atletica e a quanto pare l'energia elettrica era pagata dall'ente pubblico. "Questo signore - ha proseguito De Luca - è già stato graziato perché è stato sanzionato con soli tre mesi di sospensione dal servizio senza stipendio". 

Luglio 2019, sospeso per tre mesi il custode dell'ex Gil 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alloggio comunale all'ex Gil non era stato sgomberato, blitz di De Luca al campo d'atletica

MessinaToday è in caricamento