Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Bordonaro / Rione Case Gialle

Casalinga delle Case Gialle nascondeva crack, accusata di detenzione ai fini di spaccio

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Sud hanno condotto le indagini, la ventiseienne era già nota alle Forze dell'Ordine

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato ieri una 26enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati gli insoliti movimenti di persone nei pressi dell’abitazione della 26enne, una giovane casalinga disoccupata residente al rione Case Gialle, nota alle Forze dell’Ordine, a insospettire i militari che hanno  predisposto specifici servizi di osservazione e pedinamento.

Nel tardo pomeriggio di ieri, visti gli elementi raccolti, i carabinieri hanno effettuato una perquisizione presso il domicilio della donna e hanno trovato circa 20 grammi di crack, “sostanza in grado di produrre gravi e pericolosi effetti a livello fisico e psicologico per chi le assume”, abilmente occultata nella camera da letto insieme a un bilancino di precisione.

La droga, inviata al Ris Carabinieri di Messina per le analisi di laboratorio, è stata sequestrata. La 26enne, invece, è stata arrestata e ristretta agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casalinga delle Case Gialle nascondeva crack, accusata di detenzione ai fini di spaccio
MessinaToday è in caricamento