rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

"Un centro culturale per giovani e anziani", Sos per il futuro della caserma Bisconte

Il presidente della Terza Municipalità Alessandro Cacciotto torna a chiedere nuove prospettive sull'utilizzo dell'ex struttura militare. L'invito a seguire l'esempio di Bari

Un centro polifunzionale di spazi per giovani, centri per anziani, centri sportivi e culturali nell’ex Caserma Bisconte.

E’ quanto torna a chiedere il presidente della Terza Municipalità Alessandro Cacciotto che negli anni, unitamente al consigliere comunale Libero Gioveni, ha più volte manifestato pubblicamente la necessità di trasformare l’ex caserma in un centro polifunzinale.

Oggi torna alla carica, dopo che la Prefettura, con determina n. 84435, del 20 settembre 2022, ha avviato la  procedura negoziata per l'affidamento del servizio di accoglienza ed assistenza da destinare al centro di accoglienza (CAS) per cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, presso l'ex caserma Gasparro in località Bisconte di  Messina, per un numero di 100 ospiti.

Il servizio decorrerà dalla data di sottoscrizione della convenzione e fino al 31 dicembre 2022.
Il 10 ottobre 2022 si è proceduto alla lettura dell'offerta economica migliore presentata dalla Cooperativa Sociale Sorriso di Canicattì (Agrigento).

“Qualche residente nei giorni scorsi mi ha contattato, vedendo l'avvio di alcuni lavori presso l'ex caserma, chiedendomi notizie”, spiega Cacciotto che precisa come l’idea del centro Polifunzionale nasce prima che l'ex caserma fosse concepita, come successo negli anni, in centro hot spot e centro accoglienza.

“Senza voler essere ipocrita - continua Cacciotto - il pensiero va anche ad alcuni episodi, conosciuti pubblicamente, accaduti nel recente passato, che purtroppo hanno messo in seria allarme diversi residenti di Bisconte e che mi auguro non accadano più. Il tema però non è l'accoglienza che va, nel rispetto della legge, garantita. Il tema è un altro ed è quello del futuro della ex caserma di Bisconte. Cosa si vuole fare di questa grande struttura dalle grandissime potenzialità? Il mio invito - conclude Cacciotto - è vedere cosa si è fatto a Bari, con l'ex caserma Rossani divenuta recentemente un parco polifunzionale. Nei prossimi giorni, chiederò un incontro, che avevo già programmato di chiedere dopo l'estate, con il sindaco e con il prefetto, unitamente al Consiglio della Terza Municipalità, per capire se esiste una prospettiva sull'utilizzo dell'ex struttura militare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un centro culturale per giovani e anziani", Sos per il futuro della caserma Bisconte

MessinaToday è in caricamento