Cronaca

La Cassazione sui pendolari, anche chi ha la tessera di circolazione deve pagare come tutti gli altri

La Suprema Corte dà ragione alla ditta autolinee Magistro di Brolo sulla querelle con un dipendente della motorizzazione. Secondo il dipendente poteva viaggiare gratis da Capo d'Orlando per raggiungere il posto di lavoro

Il titolare di tessera di libera circolazione dipendente del Ministero dei Trasporti può viaggiare gratis solo se per motivi strettamente attinenti al servizio. Per tutto il resto, compreso il viaggio dalla propria abitazione al posto di lavoro, deve pagare esattamente come fanno tutti gli altri pendolari, studenti, operai e chi utilizza il trasporto pubblico per spostarsi dal comune di appartenza al luogo di lavoro.

Lo ha stabilito la terza sezione civile della Corte di Cassazione che ha così messo la parola fine alla querelle tra un impiegato della motorizzazione civile e la ditta Autolinee Magistro di Brolo.

L’uomo  pretendeva di viaggiare gratis dalla propria abitazione di Capo d’Orlando alla motorizzazione di Messina sia all’andata che al ritorno, con le autolinee Magistro adducendo come motivo il fatto di essere un dipendente ubblico e titolare di una tessera di circolazione del Ministero dei Trasporti.

La sua richiesta era stata rigettata in primo grado dal Tribunale di Patti mentre la Corte d’Appello di Messina gli aveva dato ragione.

Ora a mettere la parola fine riportando l’asticella alla sentenza di primo grado ci ha pensato la Corte Suprema accogliendo il ricorso degli avvocati Carmelo Occhiuto (nella foto) Avvocato Carmelo Occhiuto-2e Mike Bonomo, difensori delle Autolinee Magistro di Brolo.

Una sentenza innovativa che segna un precedente importante, limitando – nell’ottica della spending review - l’abuso di tessere di libera circolazione al solo servizio di lavoro e non anche al trasporto da casa alla sede dell’ufficio o per altri motivi personali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cassazione sui pendolari, anche chi ha la tessera di circolazione deve pagare come tutti gli altri

MessinaToday è in caricamento