Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Tutti sotto esame a Palazzo Zanca, l'annuncio di De Luca: "Necessaria la revisione del lavoro di assessori e partecipate"

Il leader di Sud Chiama Nord questa mattina ha incontrato la stampa annunciando di voler "sottoporre a controllo" l'operato della giunta che ha lasciato in eredità al sindaco Federico Basile

Controllare che l'operato degli assessori e degli esponenti delle partecipate sia in linea con il suo "testamento amministrativo". Con l'obiettivo di lanciare questo annuncio l'ex sindaco di Messina Cateno De Luca, leader di Sud chiama Nord, ha convocato questa mattina a Palazzo Zanca una conferenza stampa in cui ha spiegato l'intenzione di voler fare il tagliando agli esponenti istituzionali, che rappresentano la sua prosecuzione politica dopo gli anni in cui è stato lui il primo cittadino di Messina. Una attività che De Luca intende, comunque, svolgere insieme al sindaco Federico Basile e in una linea di collaborazione reciproca. 

"Messina è sotto assedio! C'è chi tenta di strumentalizzare il dato politico emerso dalle elezioni europee e c'è chi prova a colpirmi usando Messina.  Non posso e non voglio permettere che questo accada. Perché Messina mi ha consentito di fare il salto di qualità e la città al contempo ha fatto il salto di qualità con la mia azione amministrativa", ha scritto in un post riassumendo i toni dell'incontro. 

"Oggi quindi non soltanto chiariamo ai tanti improvvisati politologi che il dato raffrontato con le politiche del 2022 segna per noi una crescita significativa, ma dico anche che sono tornato. Sento la responsabilità di mettermi al servizio del sindaco Basile. Se la mia presenza può mettere in condizione il sindaco di fare qualcosa meglio e più in fretta, tanto meglio", ha aggiunto De Luca. 

"L'altro punto sul quale oggi abbiamo voluto porre l'attenzione è il controllo di gestione e della performance degli assessori e delle partecipate.  Perché chi amministra deve dare risposte non solo nel fare le cose ma farle in tempi rapidi e con qualità.  Con il sindaco Basile abbiamo deciso quindi di fare una ricognizione definitiva, assessore per assessore e partecipata per partecipata, i cui ruoli apicali scadono tra dieci mesi", ha spiegato ancora il sindaco di Taormina. 

"Si costruirà una metodologia per capire se l’indirizzo politico-strategico dell'amministrazione comunale è stato portato avanti nei tempi e nei modi corretti. Se qualcuno pensa di colpire Messina per colpire De Luca ha sbagliato. Non lo consentiremo", ha concluso De Luca. 

Equilibrato e collaborativo il commento del sindaco Federico Basile. "Stiamo lavorando tanto e bene - ha detto a MessinaToday  - Dopo le europee è chiaro che le valutazioni politiche sono preminenti rispetto al tanto lavoro oggettivamente svolto in una stagione che segna una nuova sfida, cioè quella del governo del territorio come ha sottolineato Cateno De Luca". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti sotto esame a Palazzo Zanca, l'annuncio di De Luca: "Necessaria la revisione del lavoro di assessori e partecipate"
MessinaToday è in caricamento