Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Gli amici ricordano Salvo Santamaria, cinquant'anni dopo il disastro ferroviario

Una messa e una corona sulla targa del campo che porta il suo nome. La commovente cerimonia per non dimenticare il giovane e promettente giavellottista della U.S.Peloro morto tragicamente mezzo secolo fa

Nella Chiesa di don Orione si è svolta oggi la commemorazio in ricordo di Salvo Santamaria, il giovane giavellottista della U.S.Peloro tragicamente scomparso  nel disastro ferroviario della galleria Sant'Antonio di Barcellona. Aveva appena compiuto 17 anni e tornava da Palermo dove aveva partecipato si Campionati regionali allievi. 

La messa è stata officiata da don Caione storico sacerdote orionino che ha conosciuto Salvo da ragazzo. Erano presenti le sorelle Rina ed Angelica, il cognato Aurelio La Torre giornali sta oltre a Gianni Bonanno già delegato del Coni, Piero Iaci per anni presidente del Cus, Piero Chillè olimpionico di atletica leggera e tantissimi compagni di sport. Dopo la messa è stata deposta una corona sulla targa del campo a lui intitolato e, infine, una delegazione si è recata al Cimitero monumentale per deporre dei fiori sulla tomba di Salvo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli amici ricordano Salvo Santamaria, cinquant'anni dopo il disastro ferroviario

MessinaToday è in caricamento