rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

''Mai più fascismi'', in migliaia a Roma dopo l'assalto alla Cgil: delegazione anche da Messina

Va in scena la manifestazione indetta dai sindacati dopo le violenze avvenute durante le proteste dei No Green pass della scorsa settimana: attesi in 10mila al corteo e in 50mila a piazza San Giovanni

Ad una settimana esatta dalle violenze dei No Green pass e l'assalto alla sede della Cgil di Roma, sempre nella Capitale va in scena la manifestazione indetta dai sindacati con lo slogan di "Mai più fascismi". L'appuntamento è fissato per le ore 14 di oggi, sabato 16 ottobre, a piazza San Giovanni, dove sono attese migliaia di persone. 

Un nutrito gruppo è partito anche da Messina.

"È tutto pronto! Un pezzo d’Italia è in viaggio per riempire Piazza San Giovanni a Roma al grido #Maipiufascismi", si legge sui profili social ufficiali della Cgil. "Una grande manifestazione nazionale e antifascista per il lavoro e la democrazia", quella convocata e descritta all'indomani delle proteste dai segretari di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e PierPaolo Bombardieri.

"L’assalto squadrista alla sede nazionale della Cgil - aggiungevano i leader sindacali - è un attacco a tutto il sindacato confederale italiano, al mondo del lavoro e alla nostra democrazia. Chiediamo che le organizzazioni neofasciste e neonaziste siano messe nelle condizioni di non nuocere, sciogliendole per legge". Per Landini, Sbarra e Bombardieriè quindi "il momento di affermare e realizzare i principi e i valori della nostra Costituzione. Invitiamo, pertanto, tutti i cittadini e le forze sane e democratiche del Paese a mobilitarsi e a scendere in piazza sabato prossimo".

Per l'assalto, tra gli altri, sono stati arrestati i leader di Forza Nuova Roberto Fiore e Giuliano Castellino. A chiedere per primo lo scioglimento del movimento di estrema destra dopo l'attacco era stato il segretario del Pd Enrico Letta: "È l'ora di sciogliere Forza Nuova", aveva detto il giorno degli scontri, esprimendo "solidarietà alla Cgil e alle forze dell’ordine per gli attacchi squadristi di oggi. Inaccettabile quel che sta accadendo. Il Paese tutto risponda unito a queste degenerazioni intollerabili".

Come annunciato il 10 ottobre scorso, Matteo Salvini e il Carroccio non saranno presenti in piazza. "Noi saremo nei gazebo della Lega, non in piazza", aveva detto il leader della Lega, a una manifestazione che "la sinistra organizza nel giorno del silenzio elettorale, prima dei ballottaggi".

Fonte: Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

''Mai più fascismi'', in migliaia a Roma dopo l'assalto alla Cgil: delegazione anche da Messina

MessinaToday è in caricamento