rotate-mobile
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

I malati della Valle del Mela costretti a lunghi viaggi per la chemioterapia, a Barcellona funziona solo un ambulatorio oncologico

Le mancanze dell'ospedale Cutroni Zodda al centro di un'interrogazione che il deputato Alessandro De Leo rivolge alla Regione

Chi è malato di tumore e abita nella Valle del Mela, tra le zone maggiormente colpite da malattie oncologiche, deve sostenere lunghi viaggi per sottoporsi alla chemioterapia. Il più vicino ospedale è il Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto dove al momento è attivo solo l'ambulatorio dove è possibile effettuare solamente terapia orale. Una grave carenza su cui ha acceso i riflettori il deputato Alessandro De Leo. L'esponente all'Ars di Sud Chiama Nord ha infatti firmato un'interrogazione parlamentare chiedendo alla Regione il potenziamento del servizio offerto.

De Leo chiede al presidente Renato Schifani e all'assessore alla Salute Giovanna Volo, quali siano le prospettive della unità operativa di Oncologia Medica dell’ospedale Cutroni Zodda e quando sia
previsto l’impiego effettivo e stabile di quattro unità di dirigenti medici oncologi nel citato reparto. Il deputato vuole sapere inoltre "se sia previsto uno sviluppo delle prestazioni rese dall’unità operativa di
oncologia medica dell’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto con attivazione della sala per la chemioterapia" e "quali iniziative siano state assunte per mitigare i disagi patiti dai pazienti
oncologici della Valle del Mela, costretti a recarsi all’ospedale di Taormina per la chemioterapia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I malati della Valle del Mela costretti a lunghi viaggi per la chemioterapia, a Barcellona funziona solo un ambulatorio oncologico

MessinaToday è in caricamento