rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Riabilitazione chiusa all'ospedale Cutroni-Zodda, sindacalisti a Razza: "Non esiste solo il Coronavirus"

I dirigenti di Uil-Fpl a muso duro contro lo stop temporaneo dell'Unità ospedaliera a Barcellona per fronteggiare le carenze di personale. E sui percorsi Covid...

“Purtroppo l'attuale commissario straordinario dell'Asp di Messina, ha dimenticato che uno dei pilastri della Legge del 23 dicembre 1978 n.833/1978 era la Riabilitazione".

E' dura la protesta dei sindacati della Uil-Fpl per la decisione di chiudere temporaneamente l'Unità ospedaliera di Riabilitazione del presidio ospedaliero Cutroni Zodda di Barcellona, per sopperire alle gravi carenze di organico e reperire personale infermieristico ed ausiliario da destinare a reparti Covid ci lascia fortemente perplessi.

"La chiusura temporanea dell'unica Riabilitazione con posti letto, dell'Asp di Messina - si legge in una nota sottoscritta dal segretario generale della Uil-Fpl di Messina, Pippo Calapai, dal coordinatore provinciale area medica Corrado Lamanna e dal vice coordinatore provinciale, Paolo Calabrò - penalizza una parte di utenza che comprende pazienti fragili. L'incoerenza nella decisione adottata in modo irragionevole, a nostro avviso è rappresentata dalla volontà di mantenere un pronto soccorso generale a cui si rivolge poco più di una persona al giorno. Non sarebbe forse il caso di ridistribuire il personale del Pronto soccorso generale e destinarlo ai reparti Covid già in sofferenza?".

Nel documento, indirizzato ai vertici dell'Asp e all'assessore regionale Ruggero Razza, inoltre, si fa riferimento anche al fatto che i percorsi Covid "in alcuni tratti non sono netti".

Per "la psichiatria non-Covid" ad esempio, "circa l'ingresso di pazienti, che se barellati, necessariamente devono percorrere locali destinati a pazienti Covid. A tal proposito, non bisogna dimenticare che oltre alle patologie Covid esistono ancora, in quanto non andate in ferie, le malattie per acuti e la riabilitazione. Pertanto, si auspica che in un periodo di difficoltà, come quello che stiamo vivendo - concludono i sindacalisti -  la logica e la ragionevolezza possa prevalere sugli interessi di parte e cessare finalmente quella attività che prevede soltanto la difesa ad oltranza di orticelli che fanno comodo esclusivamente alla peggiore politica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riabilitazione chiusa all'ospedale Cutroni-Zodda, sindacalisti a Razza: "Non esiste solo il Coronavirus"

MessinaToday è in caricamento