Circo Orfei, scontro fra la garante dei diritti degli animali di Reggio e i Verdi

La risposta a Mary Foti, garante dei diritti degli animali per il comune di Reggio Calabria, che si è espressa in favore dell'appello del sindaco De Luca. Questo pomeriggio il sopralluogo dei Verdi capitanato da Raffaella Spadaro per avviare una petizione per la tutela degli animali

Cateno De Luca al Circo Orfei

"Restiamo sorpresi e preoccupati di fronte alle critiche di alcuni esponenti del mondo animalista nei confronti del sindaco di Messina, Cateno De Luca, che, con sensibilità e senso civico, si è impegnato per superare la condizione di grave difficoltà del Circo Orfei Darix Martini, la cui attività è ferma a causa dell'emergenza Covid19". Con queste affermazioni Mary Foti, garante dei diritti degli animali per il Comune di Reggio Calabria, ha preso le distanze dalla posizione dei Verdi che hanno fatto richiesta di accesso agli atti per comprendere le autorizzazioni rilasciate dagli enti competenti in merito alla stabilizzazione del circo Orfei al San Filippo e per conoscere la condizione igienico sanitaria degli animali presenti nella struttura. "Stiamo parlando di una piccola comunità di artisti, con al seguito i loro animali che sono gestiti e trattati da sempre come parte integrante della loro famiglia - aggiunge Foti -. Le argomentazioni utilizzate per criticare l'appello alla solidarietà del sindaco De Luca appaiono miopi, vuote di contenuti concreti, basate sul retorico concetto secondo il quale 'gli animali devono vivere liberi in natura'. Frase ovvia per i selvatici di qualsivoglia specie, già tutelati dall'attuale legislazione che da diversi decenni ne vieta la cattura e il commercio. Differente è la situazione di questi animali, nati e allevati in cattività da diverse generazioni, che sarebbero assolutamente incapaci di sopravvivere in un ambiente naturale".  

A queste parole risponde Raffaella Spadaro, consigliere nazionale dei Verdi, pronta a lanciare una petizione per la tutela degli animali dopo un sopralluogo al San FIlippo. Il report sarà presentato anche al Ministro della Salute, al Ministro dell'Ambiente e al Ministro dell'Ambiente. "La frase più grave, alla luce di quanto la signora garante della tutela dei diritti degli animali, trova la sua esatta incongruenza in quanto descritto nel rapporto della LAV sugli animali selvatici nei circhi, che la signora, se si occupasse realmente della tutela dei diritti degli animali, dovrebbe conoscere", spiega Spadaro. "Purtroppo, a quanto pare si occupa della tutela dei diritti agli appelli per sostenere attività che tali diritti non sembrerebbero davvero averli a cuore, ed inoltre tali attività erano già stanziate nel comune di Santa Teresa di Riva. Questi appelli condivisi tra sindaci destano perplessità. In particolare quando il trasferimento consiste in circa trenta chilometri di tragitto, tale spostamento quali conseguenze ha per gli animali di cui la signora sembrerebbe preoccuparsi, non tenendo conto di quanto abbondantemente condiviso dalla maggior parte degli esseri umani che hanno a cuore il benessere degli animali? Si occupino i sindaci che lanciano tali appelli, di istituire la figura del garante per la tutela dei diritti degli animali, nel comune di Messina e città metropolitana, anzichè stimolare assist di dubbia spontaneità e che mettono in serio dubbio il fine dell' intervento, rispetto al quale chiedo la sospensione dell' incarico alla signora Foti, e mi riservo di agire come per legge, a mia tutela", conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento