Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca Centro

Giocano a carte in un circolo nonostante i divieti anti-coronavirus, nei guai quattro messinesi

Il blitz della polizia municipale in una via del centro cittadino. Il gruppo ha trascorso un intero pomeriggio violando le disposizioni di governo e amministrazione comunale. Alcuni avevano provato a giustificare l'uscita per motivi di necessità

Hanno trascorso un pomeriggio spensierato all'interno di un circolo privato del centro. Non sono mancati i caffè e le classiche partite a carte durate più di tre ore.

Tutto normale se non ci fosse l'emergenza coronavirus con i relativi divieti di assembramento di governo e amministrazione comunale che impongono a tutti di rimanere in casa.

Ma la tentazione del gioco e di passare alcune ore in compagnia ha avuto la meglio. E così ieri 4 messinesi sono finiti nei guai, scoperti in flagrante dagli uomini della polizia municipale diretti dal comandante Giovanni Giardina.

Gli agenti hanno iniziato l'appostamento intorno alle 17. Quando il gruppo ha abbandonato il locale, ormai a sera inoltrata, hanno fatto scattare il blitz. Dei quattro soggetti, solo due erano muniti di autocertificazione nella quale giustificavano l'uscita per motivi di necessità. Gli altri due erano invece sprovvisti.

All'interno del circolo c'erano ancora le carte da gioco sui tavoli e per i vigili urbani è stato facile capire cosa era avvenuto per tutto il pomeriggio.

Così i quattro uomini sono stati verbalizzati per aver violato l'ordinanza sindacale e subiranno anche una denuncia penale per il mancato rispetto dell'articolo 650. Ma i possessori dell'autocertificazione rischiano anche di passare ulteriori guai per falsa dichiarazione che sarà eventualmente comprovata dalle indagini della Municipale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giocano a carte in un circolo nonostante i divieti anti-coronavirus, nei guai quattro messinesi

MessinaToday è in caricamento