Cronaca

Circolo del tennis e vela al voto, due liste in campo: la sfida tra Spatari e Mazzeo

Si deciderà il 5 luglio la nuova governance del sodalizio più blasonato della città. Ecco chi scende in campo, tra voglia di rinnovamento e debiti da ripianare

Si deciderà il 5 luglio la nuova governance del sodalizio più blasonato della città.

Poche volte nella storia del circolo del Tennis e Vela non si è riusciti trovare l’accordo per proporre agli oltre mille soci un nome unico alla presidenza lasciata vuota da Antonio Barbera, anche coordinatore cittadino di Forza Italia, che si è dimesso a poche settimane dalla scadenza del suo secondo mandato consecutivo, dunque non più rinnovabile.

Due le liste messe a punto: “Noi per il circolo” che schiera come presidente Antonio Spatari, medico odontoiatra e fratello delle rettrice dell’Università e “Match Point” capitanata dal chirurgo Ivan Mazzeo.

Un momento delicato per la vita del circolo di Viale della Libertà, dove si pratica anche il bridge oltre tennis e vela, che non naviga in acque serene anche per una perdita di circa 400 mila euro e decisioni importanti da prendere per rilanciare il sodalizio sportivo nato nell’ottobre del 1951 nello studio del notaio Schirò come “Società Sportiva Tennis Messina”. La sede vera e propria arriverà poco dopo: l’arenile in concessione demaniale, dove si trova anche oggi.

Fra i candidati consiglieri di Match Point: Ninni Artemisia, Tito Cavaleri, Rossella Gervasi, Antonio Liotta, Lea Passari, Nunzio Rosso, Angela Salvo, Michele Sparicio, Matteo Ursino e Paolo Villari. Come revisori dei conti si propongono Carolina Caminiti, Michele Giorgio, Antonio Sindona mentre fra gli aspiranti probiviri ci sono Daniele Lo Giudice, Antonuio Pistorio, Flora Puglisi. Nel comitato di accettazione soci: Ada Ferraù, Caterina Lumia Ferlazzo, Nino Parisi e Giancarlo Salvago.

“Noi per il Circolo” che propone Spatari presidente vede tra i consiglieri Barbara Bernardo, Pasquale Brigandì, Santi Delia, Giovanni Minuti, Vilfredo Raymo, Alessandro Russo, Concettina Spagnolo, Maruka Stagno d’Alcontres, Alberto Vermiglio e Umberti Weigert. Si propongono come probiviri Eugenio Fazio, Rosa Gambadoro, Antonio Strangi, Revisori dei conti: Antonino Allone, Giovanni Canfora e Gaetano Urzì mentre del Comitato accettazione soci farebbero parte Serafino Barbaro, Maurizio Lo Piano, Giovanni Merenda e Anna Ruggeri.

La sera del 13 giugno, si è tenuta una importante assemblea sociale durante la quale si sono votati tre modifiche statutarie.  Le prime due necessarie per adeguare lo status giuridico di associazione sportiva alla nuova normativa mentre la terza proponeva l’abrogazione del limite di due mandati consecutive per gli incarichi direttivi.  Essenziali le prime due – per l’esistenza stessa del circolo - sono state infatti approvate per acclamazione sulla terza si è invece proceduto con la votazione. Raggiunto con facilità il quorum fra presenti e deleghe: 474 voti sono andati a favore del no al prolungamento del mandato elettorale (per il quale si era espresso chiaramente la lista “Noi per il circolo”) contro 101 voti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circolo del tennis e vela al voto, due liste in campo: la sfida tra Spatari e Mazzeo
MessinaToday è in caricamento