Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Cittadella sportiva, il rettore riaccende le speranze: “Sì agli ingressi per chi affronta campionati anche provinciali”

Il Cus consegna gli elenchi di chi può svolgere attività nella struttura dell'Annunziata in base alle disposizioni di legge. Cuzzocrea: “Fondamentale resta per noi garantire la massima sicurezza”

Potrebbe riaprirsi una speranza già oggi per allievi e atleti che frequentano gli impianti del Cus Unime. Dopo la decisione di ieri di chiudere la Cittadella ad “attività interferenti con quelle condotte da studenti, personale dello staff e personale universitario”, il rettore dell’Università di Messina, Salvatore Cuzzocrea ha scritto ai vertici del Centro universitario sportivo ribadendo le preclusioni per l’accesso legate all’emergenza Coronavirus ma chiedendo anche un elenco di tutte le squadre che partecipano alle competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra a livello nazionale o regionale in modo da poter consentire gli ingressi in sicurezza. Una “apertura” che riguarda tutte le competizioni individuati dall’Art.1 del Dpcm del 18 ottobre.

“Questo significa – spiega il rettore Cuzzocrea a MessinaToday – che anche per le competizioni provinciali o amatoriali, è possibile derogare. Fondamentale resta per noi garantire la massima sicurezza, ma non lasceremo senza possibilità di allenarsi gli associati impegnati nelle prossime competizioni”.

La richiesta ha avuto un riscontro immediato. Il presidente del Cus con una nota al rettore e al direttore generale dell’Università Fracesco Bonanno ha precisato che in linea con quanto indicato “non saranno concessi spazi a società e squadre esterne”, ed ha allegato “l’elenco di tutti gli associati Cus che invece potranno svolgere all’interno della Cittadella Sportiva Universitaria le attività secondo le disposizioni di legge, nonché il dettaglio dei servizi offerti nella fascia delle attività motorie sportive, ricreative e del tempo libero (utilizzati dalla maggior parte degli universitari); delle attività di base delle scuole sportive Cus - come recita il Dpcm in forma individuale e così come già attuato a partire dal mese di maggio - ; di tutte le squadre agonistiche Cus che partecipano alle competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra a livello nazionale o regionale (squadre e sport individuali a partire dalle categorie giovanili alle attività senior)”. Una buona notizia per i giovani atleti, tecnici e genitori che ieri hanno appreso con sgomento della chiusura della Cittadella alle attività sportive. Nella nota di risposta il Cus rassicura anche sulla rigorosa applicazione di tutte le misure di contenimento disposti dai vari Dpcm che si sono succeduti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella sportiva, il rettore riaccende le speranze: “Sì agli ingressi per chi affronta campionati anche provinciali”

MessinaToday è in caricamento