Cronaca

Elezioni a Cittadinanzattiva, scatta il ricorso dopo il voto da remoto: “Competizione congressuale impari e senza regole”

La protesta del palermitano Franco Scancarello e l’agrigentino Giuseppe Spataro dopo la vittoria di Trifilò. Che replica: “Non escludo incongruenze ma le modalità sono state condivise da una precedente assemblea. Ricordo solo che siamo un movimento di volontariato”

“Una competizione congressuale impari, antidemocratica e senza regole”.

Sono queste in sintesi le ragioni del ricorso al collegio nazionale di garanzia dopo l’elezione di Concetto Trifilò al congresso regionale di Cittadinanzattiva.

A rivolgersi al congresso nazionale di garanzia per accertare una serie di violazioni ed eventualmente dichiarare nulle le operazioni di votazioni a distanza che si sono svolte domenica 7 marzo, sono stati il palermitano Franco Scancarello e l’agrigentino Giuseppe Spataro, quest’ultimo candidato alla segreteria regionale di Cittadinanzattiva Sicilia.

Ma cosa contestano i due ricorrenti?

Scontro a Cittadinanzattiva, lettera aperta di Frazzica: “Congresso straordinario per scongiurare il rischio scissione”

Intanto l’impossibilità per molti iscritti di esercitare il loro diritto al voto (1588 su 2502 aderenti registrati alla campagna di tesseramento 2020) legate probabilmente alle procedure di voto effettuate esclusivamente da remoto mediante apposita piattaforma. Una modalità scelta senza la presenza di tutti i coordinatori compresi i ricorrenti che non sono stati invitati.

Scancarello e Spataro, mettono in evidenza  che non risulta credibile che il 40 per cento degli associati non sia in possesso di indirizzo email o numero telefonico. “Molto più verosimile – scrivono nel ricorso – appare l’evenienza che il tutto si sia verificato per grave negligenza di alcuni coordinatori e del responsabile della segreteria regionale incaricato di raccogliere i dati”.

Secondo i due “si è avuta la conferma di ciò che qualcuno paventava da tempo e cioè di un accorso scambio di potere tra Messina e Catania che prevedeva che il segretario uscente Giuseppe Greco, dopo il secondo mandato, ora assumerebbe la carica di presidente e un messinese il vice segretario uscente Trifilò prenderebbe il suo posto di segretario, stante la decisione del presidente uscente Giuseppe Pracanica di non proseguire nel suo impegno diretto”.

La prova, secondo i ricorrenti, sarebbe che le assemblee di quelle due province sono rappresentate in percentuali altissime mentre quelle schierate per affinità programmatiche con Spataro erano presenti in percentuali molto più basse.

Secondo Scancarello e Spataro occorre dunque annullare le elezioni in quanto non si ha la garanzia che tutti gli associati abbiano avuto la possibilità di iscriversi nei tabulati utili per ricevere il link da utilizzare per il voto a distanza né si conosce il sistema operativo e di verifiche delle procedura adottata. In più segnalano disparità di trattamento come il mancato invito alla riunione del direttivo ma anche il diniego del rilascio dell’elenco degli iscritti avanzata con apposita formale richiesta nonché violazioni della normativa sulla trasparenza da momento che il sito non risulta aggiornato.

“Non escludo che qualche incongruenza questo voto da remoto posso averlo portato – è la replica Concetto Trifilò -  ma prima ancora di dare il via libera a questo sistema abbiamo fatto un incontro formale con la presenza di tutti i coordinatori di assemblea dove si è votato favorevolmente. Ognuno dei coordinatori doveva poi spiegare ai propri associati le procedure, se questo non è accaduto sicuramente non è colpa di chi è stato eletto. La dimostrazione è il fatto che difficoltà ci sono state non solo nelle zone di riferimento dei ricorrenti ma anche in provincia di Messina. Ci tengo a precisare – concluce Trifilò - che Cittadinanzattiva è un movimento di volontariato dove ognuno di noi si spende per dare un aiuto a chi ha più di bisogno e per la difesa dei diritti dei cittadini, soprattutto delle fasce più deboli. Non ci sono ricompense economiche di nessun tipo, solo quelle morali che dovrebbero sempre animare ogni nostro intervento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Cittadinanzattiva, scatta il ricorso dopo il voto da remoto: “Competizione congressuale impari e senza regole”

MessinaToday è in caricamento