Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Qualità della vita: Messina "conquista" il centesimo posto

La città dello Stretto perde quattro posti rispetto all'anno scorso. Il consueto studio de Il Sole 24 Ore conferma ancora il netto divario tra nord e sud. Capoluoghi siciliani in fondo alla classifica. Ultima è Caltanissetta

Messina è la centesima città in Italia per qualità della vita.

E' quanto emerge dalla consueta classifica de Il Sole 24 Ore che anche quest'anno fotografa un'Italia nettamente spaccata a metù tra nord e sud. Non a caso i tre gradini del podio sono occupati rispettivamente da Milano, Bolzano e Trento.

La città dello Stretto perde quattro posizione rispetto allo scorso anno.

Male anche le altre siciliane con Caltanissetta che si aggiudica addirittura l'ultimo posto della classifica. Eccetto Ragusa (80esima), il bilancio negativo per Siracusa 90esima, Catania 97esima e Palermo ferma alla posizione 98. Peggio di Messina fanno invece Trapani, Agrigento, Enna e appunto Caltanissetta.

La dirimpettaia Reggio Calabria occupa invece il 91esimo posto.

La classifica

Gli ambiti in cui Messina soffre particolarmente sono sempre gli stessi. Nella categoria Affari e Lavoro la città guidata da Cateno De Luca è addirittura al 98esimo posto e se ci si sofferma sulla disoccupazione fa anche peggio con il 105esimo posto. 

Per quanto riguarda Ricchezza e Consumi si arriva alla posizione numero 86.  Male anche la raccolta differenziata che vale il posto numero 101 in graduatoria. 

Un pò meglio per Cultura e Tempo Libero con un 62esimo posto in graduatoria. Mentre riguardo alla mobilità Messina fa bene con il 36esimo posto nella classifica che esamina l'utilizzo dei trasporti pubblici ottenendo invece il 69esimo posto riguardo all'offerta di mobilità.

Anche se si guarda al clima la città dello Stretto occupa la prima parte della classifca con il 28esimo posto, posizione 46 invece per la qualità dell'aria. Il turismo vede il Messinese addirittura settimo per qualità delle strutture alberghiere. A riguardo, giocano un ruolo fondamentale Taormina e le isole Eolie.

In termini di sicurezza invece Messina è addirittura quinta per furti in abitazione. Un piazzamento tra le città più sicure che potrebbe essere però influenzato dalle poche denunce. Nell'indice totale di criminalità che tiene conto dei delitti denunciati ogni 100.000 abitanti la città peloritana è al 26esimo posto. Riguardo alle rapine, Messina è 35esima. Posizione 101 invece per indice di litigiosità.

Messina si conferma poi città lumaca per quanto riguarda i tempi della giustizia. Penultimo posto (106esimo) per cause pendenti ultratriennali, 105esimo posto per durata media delle cause civili.

Il trend negli ultimi 30 anni

E risulta ancora più grigio lo scenario se si guarda al trend degli ultimi trent'anni. Dal 1990 Messina e la sua provincia è scesa dalla posizione 81 alla numero 100. Attualmente, il miglior piazzamento resta quello del 2007 quando la città peloritana raggiunse l'81esimo posto. Nel 2005 il risultato peggiore con la posizione numero 104.

Quest’anno lo studio ha esaminato novanta parametri che hanno poi dato luogo alla classifica finale. Si tratta di valori suddivisi nelle tradizionali sei macro-categorie tematiche che accompagnano l’indagine dal 1990: ricchezza e consumi, affari e lavoro, demografia e società, ambiente e servizi, giustizia e sicurezza, tempo libero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita: Messina "conquista" il centesimo posto

MessinaToday è in caricamento