rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Centro / Viale Europa

Diffida Coas all'ospedale Piemonte, medici di altre discipline in Terapia semi intensiva Covid

Il coordinamento sindacale ha trasmesso la nota anche alla procura della Corte dei Conti informando i vertici dell'Istituto Neurolesi

Diffida del coordinamento sindacale trasmessa tra gli altri ai vertici dell'Istituto Neurolesi e alla Corte dei Conti della procura regionale siciliana. L'oggetto nella nota del sindacato a firma del segretario aziendale Coas Medici dirigenti Maria Spavara e del coordinatore provinciale Mario Macrì riguarda l'impiego di dirigenti medici di diversa disciplina al reparto di Semi Intensiva Covid del Presidio ospedaliero Piemonte. Il provvedimento nasce in relazione all'attivazione di 12 posti letto di Terapia Semi intensiva riservati ai pazienti positivi al Covid-19 a Medicina d'Urgenza. Secondo quanto si legge nel documento Coas: "L'assegnazione temporanea di personale dirigenziale medico a strutture, unità o reparti diversi da quelli di appartenenza contrattuale può avvenire attraverso l'istituto della mobilità d'urgenza, caratterizzata dall'attribuzione al dirigente medico di un nuovo incarico da svolgersi presso un'altra unità operativa". L'articolo 16 del contratto nazionale di lavoro del 10 febbraio 2004 prevede che la mobilità debba essere effettuata "a rotazione tra tutti i dirigenti" a prescindere dal tipo di incarico conferito. La richiesta è di riassegnare ai rispettivi reparti di pertinanza quei dirigenti medici che "Dopo essere stati assunti in servizio, in atto, espletano attività clinico-assistenziale presso l'Unità operativa di diversa disciplina".  

La scorsa settimana l'ospedale Piemonte era finito nella bufera per l'annuncio poi rtirato dalla Regione di trasformare il nosocomio in Covid Hospital

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diffida Coas all'ospedale Piemonte, medici di altre discipline in Terapia semi intensiva Covid

MessinaToday è in caricamento