rotate-mobile
Cronaca

Privacy Tour 2024, il Collegio del Garante sceglie UniMe per la prima adunanza plenaria fuori sede

La prima “tappa” del simbolico pulmino che rappresenta il Tour parte da Messina, coinvolgendo Sicilia e Calabria

Parte dal Messina il “Privacy Tour 2024”, l’iniziativa lanciata dal Garante per la Protezione dei Dati Personali nel settembre scorso per chiamare a raccolta soggetti pubblici e privati e spingerli a realizzare percorsi di sensibilizzazione nei luoghi del nostro Paese, dove è più necessario offrire occasioni di conoscenza e approfondimento sui temi della protezione dei dati personali e dell’uso responsabile del web e delle tecnologie, prima fra tutte l’intelligenza artificiale.

All’evento di lancio del Privacy Tour il Collegio del Garante ha voluto attribuire una speciale valenza simbolica, decidendo di organizzare per la prima volta nella sua storia una adunanza plenaria al di fuori della sede di piazza Venezia a Roma: la riunione si è tenuta nella Sala Senato del nostro Ateneo, nel quadro della sinergia che vede anche UniMe, guidata dalla rettrice prof.ssa Giovanna Spatari, aderire al percorso proposto sul sito del Garante.

“La scelta del Collegio del Garante di organizzare nel nostro Ateneo la prima assemblea plenaria al di fuori della sede romana, è per noi motivo di grande orgoglio – dichiara la rettrice dell’Università degli Studi di Messina prof.ssa Giovanna Spatari – L’essere parte attiva di questa iniziativa, poi, rappresenta per l’Ateneo un riscontro assai importante: la formazione dei giovani deve passare indiscutibilmente anche dall’analisi di fenomeni contemporanei, come quello della tutela della privacy, fornendo quegli strumenti che permettano loro di essere determinanti nella costruzione del futuro sistema sociale. Devono acquisire piena consapevolezza delle sfide che riguardano il mondo attuale, affinché domani possano essere protagonisti nell’affrontare quelle stesse sfide. Un ringraziamento particolare, oltre che al Collegio, lo rivolgiamo al Gruppo SES: la nostra collaborazione è una testimonianza di quanto importanti siano per il territorio le sinergie e le strategie congiunte”.

“Anche se viviamo nella società digitale ed ogni aspetto della nostra vita di persone, cittadini, utenti e consumatori dipende dai dati, – afferma il Collegio del Garante per la Protezione dei Dati Personali – in gran parte del nostro Paese risulta ancora scarsa la piena consapevolezza del loro valore. Per scongiurare quindi il rischio di nuovi divide culturali tra chi conosce opportunità e rischi della società digitale e sa come difendersi, e chi queste conoscenze non le possiede, il Garante ha lanciato questa nuova sfida. Chi la raccoglie, si impegna a organizzare nel corso del 2024, secondo un format disegnato dall’Autorità, eventi, iniziative, percorsi di formazione, anche a distanza, che affrontino i temi della privacy e siano rivolti alle persone più esposte ai pericoli della rete, in particolare i bambini e i nativi non digitali”.

“La sinergia con il Garante per la Protezione dei dati Personali – afferma il  presidente di Ses Lino Morgante, che nel settembre 2023 a Roma, durante State of Privacy, ha apposto la firma sul pulmino simbolo dell’iniziativa – e la scelta dell’Autorità di far partire da Messina il Privacy Tour nazionale, con una decisione così densa di significato come quella di organizzarvi la prima seduta di Collegio fuori sede, è per noi motivo di grandissima soddisfazione, e ringraziamo il Collegio guidato dal presidente Pasquale Stanzione per la fiducia accordataci nell’organizzazione del primo evento che vede una così rilevante presenza dell’Autorità stessa”.

“La Fondazione Magna Grecia – evidenzia il presidente Nino Foti – s’impegna a svolgere un ruolo attivo nella sensibilizzazione dei giovani del Sud Italia sulle tematiche cruciali del valore e del rispetto dei dati personali. Vogliamo fornire loro le conoscenze e le competenze necessarie per proteggere la propria privacy online e per fare scelte consapevoli riguardo alla condivisione dei propri dati personali. Solo attraverso questo impegno potremo garantire un ambiente online sicuro e rispettoso per tutti. Invito quindi tutte le istituzioni, le organizzazioni e i cittadini a unirsi a noi in questo importante sforzo per proteggere i nostri dati e preservare la nostra libertà individuale nel mondo digitale”.

La prima “tappa” del simbolico pulmino che rappresenta il Tour parte da Messina, coinvolgendo Sicilia e Calabria. All’iniziativa organizzata nella città siciliana hanno aderito Ferrovie dello Stato Italiane, Fondazione FS Italiane, Fondazione Magna Grecia, Fondazione Bonino Pulejo, Università di Messina, Google, Meta e Società Editrice Sud Gazzetta del Sud Giornale di Sicilia, che nel corso degli ultimi anni ha sviluppato consolidati percorsi di formazione e informazione del suo pubblico, in particolare quello più giovane, con la divulgazione delle tematiche relative alla protezione dei dati personali.

Giovedì 11 aprile, alle ore 17.30, presso la Stazione di Messina Centrale, la conferenza stampa di avvio del Tour

Si prosegue venerdì 12 aprile dalle ore 9.30 alle ore 13 al teatro Vittorio Emanuele di Messina con l’evento “Privacy: Informazione è Protezione”. Nell’iniziativa, Società Editrice Sud coinvolgerà un pubblico ampio e trasversale, tra Sicilia e Calabria, con rappresentanti istituzionali, scuole, università, associazioni. Sarà presente il Collegio dell’Autorità: il presidente Pasquale Stanzione, la vicepresidente Ginevra Cerrina Feroni, i componenti Guido Scorza e Agostino Ghiglia. In apertura per i saluti istituzionali interverranno il presidente Ses Lino Morgante, la rettrice dell’Università di Messina Giovanna Spatari e il Gruppo Ferrovie dello Stato. Testimonial dell’evento di Messina sono gli artisti siciliani Ficarra e Picone, che contribuiranno con un videomessaggio alla sensibilizzazione sui temi della privacy.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Privacy Tour 2024, il Collegio del Garante sceglie UniMe per la prima adunanza plenaria fuori sede

MessinaToday è in caricamento