Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Giuseppe la Farina

Dal primo marzo l'emergenza coronavirus non ha più commissario, la Furnari rientrata all'assessorato alla Salute

La Regione non ha prorogato l'incarico alla funzionaria che era stata nominata a metà dicembre. Due mesi e mezzo di attività per potenziare innanzitutto la tracciabilità dei contagi. Tutto torna nelle mani dell'Asp

Maria Grazia Furnari dal primo marzo è rientrata agli uffici regionali dell'assessorato alla Sanità. Da ieri non è più commissario per l'emergenza coronavirus della provincia di Messina. Era stata nominata a metà dicembre 2020 dall'assessore Ruggero Razza per far risalire la china ai servizi offerti dall'azienda sanitaria provinciale per gestire la pandemia.

La Furnari è dirigente medico iscritta nell’elenco nazionale dei direttori generali delle Aziende del Sistema Sanitario e nell’elenco regionale dei Direttori sanitari.

Il bilancio del commissario Covid

Un'esperienza maturata sia nell’assessorato siciliano dove ha guidato l’area interdipartimentale del piano sanitario e del piano di rientro, sia da Commissario dell’Asp di Caltanissetta. In due mesi e mezzo di attività la Furnari ha sicuramente dato un impulso al lavoro sanitario su tracciabilità dei contagi (su questo fronte il sindaco De Luca aveva denunciato a più riprese il disservizio) e raccolta rifiuti in casa dei positivi: due delle criticità più volte sollevate contro l'ente di via La Farina. Anche sulla comunicazione e sui dati da rendere noti alla cittadinanza l'ormai ex commissaria aveva invertito la rotta. 

Emergenza Covid, arriva il commissario Furnari

La Regione ha comunque deciso di non prorogare il suo incarico riportandola negli uffici palermitani e adesso la gestione è affidata interamente all'Asp che dopo la sospensione del direttore generale Paolo La Paglia è guidata da Dino Alagna. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal primo marzo l'emergenza coronavirus non ha più commissario, la Furnari rientrata all'assessorato alla Salute

MessinaToday è in caricamento