Cronaca

Frassica compie 70 anni, la proposta di Gioveni: “Un encomio per l'attore che porta alto il nome di Messina”

La richiesta del consigliere comunale al sindaco per un riconoscimento all'artista. Da Arbore a Fazio passando dai successi del frate di Scasazza, la lunga carriera di un uomo che ha sempre mostrato orgoglio e amore per la sua città

Compirà settant’anni domani l’amato attore messinese Nino Frassica. Un compleanno che anche la città vuole celebrare con un encomio. Questa la richiesta inoltrata dal consigliere comunale Libero Gioveni che ha proposto al sindaco di Messina di conferire il riconoscimento nell’Aula consiliare, alla presenza dell’intero Consiglio Comunale, in segno di profonda gratitudine per aver portato in alto il nome della Città di Messina in ogni ambito o contesto nazionale, manifestandone da sempre con orgoglio e amore l’appartenenza.

Nino Frassica compie 70 anni in piena attività e forza creativa. Tra l'impegno costante al tavolo di Fabio Fazio a che 'Tempo che fa', all'insegna dell'ironia 'nonsense' in cui è impareggiabile, e i ruoli nella fiction Rai che spaziano tra generi diversi, dal bonario maresciallo dei carabinieri Cecchini di 'Don Matteo' al rigoroso giudice Giordano nella docu-fiction della Rai sul maxi processo a Cosa Nostra, l'attore ha mostrato negli ultimi anni di essere sempre più versatile portando in tv anche pagine intensamente drammatiche come accadde qualche anno fa al Festival di Sanremo con il monologo sugli immigrati che fece commuovere tutto il pubblico dell'Ariston. Un esito che non tutti avrebbero previsto quando Renzo Arbore ben 35 anni fa lo fece esordire davanti al grande pubblico con 'Quelli della notte' dando inizio all'irresistibile ascesa del 'frate di Scasazza'. Nino Frassica nasce l'11 dicembre del 1950 a Messina. Trasferitosi a Milano per studiare al 'Piccolo', l'attore inizia la sua carriera come protagonista di diverse esperienze teatrali fino a quando si fa notare da Renzo Arbore che decide di coinvolgerlo nei suoi progetti perché rimasto colpito da un messaggio che Frassica gli aveva lasciato nella sua segreteria telefonica. Da qui inizia la strada in discesa per l'attore che nel 1983 debutta sul grande schermo nel film 'FF.SS.' - Cioè: che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?', dove veste i panni del tecnico di Tele Ottaviano. Ma il vero successo arriva due anni più tardi con 'Quelli della notte' dove interpreta il frate Antonino da Scasazza che si fa apprezzare dal pubblico per i suoi tormentoni e le sue frasi sconclusionate, oltre che per l'improbabile concorso a premi che organizza. Dopo avere recitato per Maurizio Nichetti nel film 'Il Bi e il Ba', nel 1987 Frassica è ancora al fianco di Arbore in 'Indietro tutta!' dove crea il personaggio del 'bravo presentatore', parodia di un tipico conduttore tv. Negli anni successivi Frassica vanta partecipazioni a 'Fantastico', 'Domenica in', 'Scommettiamo che?', 'Ritira il premio', 'I cervelloni' e 'Acqua calda'. Successivamente ha lavorato con Sergio Citti in 'Mortacci' (1989), Carlo Vanzina in 'Sognando la California' (1992) ed Enrico Oldoini ('Vacanze di Natale '91' 'Anni '90' e 'Anni 90 II' e 'Miracolo italiano'). Sempre per la televisione, nel 1998 Frassica interpreta la serie 'S.P.Q.R.' e nello stesso anno e nel '99 diventa il maresciallo Cecchini nella serie 'Don Matteo', accanto a Terence Hill.

Alla fine degli anni '90 lavora con Cristina Bortone in 'Sono Positivo' (1999) e con Anne Riita Ciccone in 'Le sciamane' (2000). Dopo avere recitato in 'Il destino ha 4 zampe', nel 2003 appare in 'Prendimi e portami via' di Tonino Zangardi, in 'Apri gli occhi e... sogna', di Rosario Errico, e in 'Bell'epoker', di Nico Cirasola. Nel 2005 torna a recitare per Anne Riitta Ciccone in 'L'amore di Maria', mentre l'anno seguente ritrova Carlo Vanzina dietro la macchina da presa in 'Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me', dove si presta a spassosi duetti comici con Diego Abatantuono. Dal 2006, è tra gli attori di 'Butta la luna', fiction trasmessa da Raiuno con protagonista Fiona May. Dopo avere lavorato in 'Tre giorni d'anarchia' di Vito Zagarrio, Nino Frassica è nuovamente accanto ad Abatantuono ne 'L'Abbuffata', di Mimmo Calopresti. Nel 2010 è nel cast di due produzioni internazionali: 'The Tourist', di Florian Jenckel von Donnersmarck, e 'Somewhere', di Sofia Coppola, la regista lo sceglie dopo avere scoperto su Youtube alcuni video risalenti a 'Indietro tutta!'. In 'The tourist', Frassica veste i panni di un carabiniere che insegue tra i canali di Venezia il personaggio interpretato da Johnny Depp; in 'Somewhere', invece, impersona il presentatore del Telegatto. Sempre nel 2010, l'attore siciliano è al fianco di Maurizio Casagrande nel film di Rocco Mortelliti 'La scomparsa di Patò'. Dopo avere affiancato Giulio Scarpati nella fiction di Raiuno 'Cugino & cugino', nel 2012 è accanto a Sabina Guzzanti nel programma comico 'Un due tre stella', in onda su La7, dove propone i personaggi di Anno Ghiotti, critico televisivo, e del Mago Acirfass. Dopo avere preso parte ad 'Altrimenti ci arrabbiamo', talent show presentato su Raiuno da Milly Carlucci, nel 2013 Frassica è tra gli attori di 'Cha cha cha', di Marco Risi. Nel 2014 è uno dei protagonisti della commedia 'Andiamo a quel paese', diretta e interpretata da Salvo Ficarra e Valentino Picone.

Dal 2015 fa parte del cast fisso del programma 'Che fuori tempo che fa', spin-off di 'Che tempo che fa'. Il 10 febbraio 2016 è ospite della seconda serata del Festival di Sanremo, dove ottiene consensi di critica e pubblico per la sua intervista doppia con Gabriel Garko e per la canzone-monologo sulle migrazioni e le morti nel Mediterraneo 'A mare si gioca', scritta con Tony Canto, raggiungendo il picco di share con il 59,7%. Nel settembre del 2017 è giurato del concorso di bellezza 'Miss Italia', in onda su La7. Appena quindici giorni dopo affianca Fabio Fazio alla conduzione di 'Che tempo che fa' su Rai1. Nel 2018 l'attore sale di nuovo sul palco dell'Ariston durante la terza serata interpretando il Maresciallo Cecchini insieme a Pietro Pulcini, nei consueti panni di Pietro Ghisoni. Nell'ultima fiction della Rai 'Io, una giudice popolare al Maxiprocesso' Frassica veste i panni del presidente della Corte Alfonso Giordano. Tra i premi ricevuti dall'attore il 'Biglietto d'oro' (1987) per la sua interpretazione in 'L'aria del continente', diretto da Antonio Calenda. Nel 1996 Frassica ha preso parte a 'Taormina Arte' con lo spettacolo 'Le 23,20' di Anne Riita Ciccone. Dopo il successo televisivo riscosso con i programma di Renzo Arbore scrive, nel 1986, il libro 'Sani Gesualdi', cui sono seguiti 'Il terzesimo libro di Sani Gesualdi', 'Il manovale del bravo presentatore' e 'Come diventare maghi in 15 minuti'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frassica compie 70 anni, la proposta di Gioveni: “Un encomio per l'attore che porta alto il nome di Messina”

MessinaToday è in caricamento