La comunità terapeutica assistita per minori a Messina si farà: arriva l'ok del sindaco

Dopo aver incassato l'approvazione da parte dell'VII Commissione consiliare, per il garante dei diritti dell'infanzia Fabio Costantino arriva la piena approvazione della proposta anche da parte dell'amministrazione comunale. "Un importante risultato in favore dei minori di Messina",commenta

Anche nella città dello Stretto sorgerà una "Comunità per minori con disagio psichico". Un grandissimo passo avanti verso l'inclusione sociale e il renserimento di una parte fragile del tessuto della comunità. "Alla vigilia della Giornata mondiale per i diritti del fanciullo non posso che essere felice per l’importante risultato raggiunto a favore dei minori della città di Messina", commenta il garante dell'infanzia Fabio Costantino che ha con determinazione avviato dallo scorso anno un percorso di interlocuzione con la VII commissione presieduta dal Dino Bramanti e con la presidenza del consiglio comunale di Messina. Questa mattina è stata notificata anche l'adesione del sindaco Cateno De Luca, che ha già promesso di individuare nelle strutture di proprietà del comune quella più adatta per ospitare il centro. 

"Il percorso è stato avviato un anno fa a Messina, esattamente il 22 novembre 2019 in occasione del Convegno organizzato dal mio Ufficio per celebrare la Conversazione ONU sui diritti del fanciullo. In quella sede il Procuratore per i minorenni Andrea Pagano alla presenza del Direttore del Centro Giustizia minorile Regione Sicilia lanciò l’allarme e fece richiesta ufficiale di una Comunità a Messina. Da quel giorno abbiamo lavorato insieme ogni minuto per questo obiettivo", spiega Costantino. 

Sono tante le forze istituzionali in campo per la realizzazione della comunità. "Nel febbraio del 2020 il Centro Giustizia Minorile Regione Sicilia ha avviato ufficialmente una interlocuzione con gli assessorati competenti della Regione Sicilia e con il Ministero della Giustizia per la programmazione di Comunità per minori specializzate. Il risultato di oggi è frutto di una totale sinergia Istituzionale con l’intento di tutelare, tutti insieme, i minori più fragili della città", sottolinea ancora Costantino ringraziando quanti stanno collaborando per la realizzazione del progetto. 

"Un doveroso ringraziamento al Prof. Bramanti che ha colto immediatamente la necessità che messina non perdesse questa occasione per i suoi ragazzi calendarizzando un Commissione consiliare dedicata alla presentazione del documento del Centro Giustizia Minorile. Un sentito grazie a tutti i consiglieri comunali che all’unanimità hanno sostenuto il documento successivamente sottoposto alla Presidenza del Consiglio Comunale che con immediatezza ha dato seguito alle determinazioni della Commissione richiedendo l’appoggio del Sindaco. Il Presidente Cardile, come i consiglieri tutti, ha fatto suo il grido di tanti minori in difficoltà che per essere curati a tutt’oggi sono costretti ad allontanarsi da Messina. Un grazie al Sindaco Cateno De Luca anche per la disponibilità ad individuare,tra gli immobili del Comune di Messina, uno stabile idoneo ad ospitare la comunità per minori specializzata. Un grazie sll’ USSM di Messina diretto dalla Dott.ssa Palella per il sostegno tecnico al percorso.  La tutela dei minori unisce le Istituzioni che ha hanno a cuore il loro futuro", conclude Costantino.

Adesso la palla passa alla Regione che troverà la forza coesa di garante dell'infanzia, consiglio comunale, amministrazione ed uffici della giustizia per avere in breve tempo la comunità anche a Messina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Scuole e coronavirus, Comune attacca ancora l'Asp: proroga della chiusura non improbabile

Torna su
MessinaToday è in caricamento