Con la droga in valigia, ventinovenne arrestato al porto di Milazzo

Giudicato per direttissima è stato sottoposto ad obbligo di presentazione alla Pg. Giulio Giannitto, di Santa Marina di Salina, era in attesa di imbarcarsi su un aliscafo per le Isole Eolie, la Guardia di Finanza lo aveva trovato in possesso di 100 grammi di marijuana.

Si era rifornito di droga e stava tornando nelle Isole Eolie il giovane arrestato dai finanzieri della Compagnia di Milazzo presso gli imbarcaderi del porto mamertino.  Cento grammi di marijuana trovati in possesso di un ventinovenne residente a Santa Marina di Salina, già noto alle forze dell'ordine, che è stato arrestato.

Il giovane, che era in attesa dell’imbarco presso il terminal degli aliscafi per fare rientro nelle Isole Eolie, è incappato nei controlli dei finanzieri. Hanno perquisito il bagaglio trovando la sostanza stupefacente.  Era suddivisa in due involucri, riposti nei bagagli del giovane. Molto probabilmente il giovane si era rifornito nell'area milazzese e stava tornando nelle Isole Eolie. La marjuana, secondo i finanzieri,era destinata al mercato eoliano. La droga è stata sequestrata ed il ventinovenne arrestato in flagranza di reato. Su disposizione del sostituto procuratore di turno della procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, Alessandro Liprino, è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto.

L'attività si incardina nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di contrasto del traffico di sostanze stupefacenti disposti e coordinati dal Comando Provinciale di Messina, attività nella quale i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Milazzo, sono impegnati in prima linea per fronteggiare il dilagante fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti. L’operazione testimonia il continuo e quotidiano impegno delle Fiamme Gialle a tutela della legalità ed ha consentito di impedire l’immissione sul mercato dello spaccio la sostanza stupefacente sequestrata.

Intanto si è celebrata stamattina, al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, dinanzi al giudice monocratico Morabito l’udienza di convalida e il contestuale rito direttissimo a carico di Giulio Giannitto. All’esito dell’udienza di convalida il Tribunale ha rigettato la richiesta di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere e ha accolto l’istanza del difensore del giovane, l’avvocato Melita Cafarelli del foro di Messina, di applicazione di una misura meno afflittiva. Il giovane è stato infatti sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Potrebbe interessarti

  • Murales di Dania Mondello, spuntano le pale di fichi d'india all'Annunziata

  • Focaccia messinese che bontà, i 5 posti migliori in cui gustare la tradizione

  • Vacanze flash, le 5 mete più belle a due passi da casa

  • Vigilia degli esami, la lettera più bella di un docente ai suoi studenti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Grotte, tragedia dopo la festa: morta una ventenne

  • Trenta famiglie col fiato sul collo, chiude anche Papino a Tremestieri

  • Murales di Dania Mondello, spuntano le pale di fichi d'india all'Annunziata

  • Tragica notte a Sant'Agata di Militello: muore travolta da un'auto all'uscita di un locale

  • Vigilia degli esami, la lettera più bella di un docente ai suoi studenti

  • Massimo D'Alema a Messina per fare visita in ospedale all'amico Capodicasa

Torna su
MessinaToday è in caricamento