rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca

Nomine di primari, la selezione all'Irccs nel mirino del Coas: "Non possono partecipare i medici del Policlinico"

Secondo il sindacato i camici bianchi dell’Università hanno un contratto di categoria EP che non è equipollente a quello dirigenziale del sistema sanitario nazionale. Un caso che rischia di mettere in discussione incarichi in tutta Italia

Nomine primariali all’Irccs e all’Asp di Messina nel mirino del Coas Medici Dirigenti. Il sindacato contesta la partecipazione alla selezione di direttore di struttura complessa da parte di alcuni medici del Policlinico universitario che in quanto tali non hanno un contratto di lavoro “dirigenziale” che consente dunque la loro partecipazione.

Secondo il segretario nazionale Alessandro Garau e il vice segretario provinciale di Messina Emilio Cortese, infatti, i camici bianchi dell’Università hanno un contratto  di categoria EP che non è equipollente al contratto dirigenziale del sistema sanitario nazionale.

La problematica è stata posta all’attenzione  del ministro, del dipartimento Funzione pubblica ma anche alla Corte dei Conti e all’assessorato regionale alla Salute e potrebbe avere ripercussioni anche in altre città d’Italia.

Ma cosa contestano in particolare i sindacalisti del Coas? In sintesi che la carriera di questi medici può soltanto progredire nell’ambito delle aziende universitarie perché il loro inquadramento di categoria EP escluderebbe ogni possibilità di partecipazione a mobilità, comandi o concorsi per direttore. Per superare l’ostacolo dovrebbero rifare un concorso dirigenziale nel sistema sanitario nazionale e maturare l'anzianità prevista. Una questione tecnica che rischia di rimettere in discussione carte che sono state finora tollerate.

In particolare per tutti quei concorsi – che in Sicilia, ma anche nel resto d’Italia -  in questo momento sono stati banditi per ricoprire posti di direttore di struttura complessa. Incarichi che insieme a quelli di manager ancora in ballo sono perlopiù di nomina “politica”.

Il CoAS Medici dirigenti chiede pertanto “una urgentissima verifica della posizione giuridico-contrattuale dei candidati dipendenti di aziende ospedaliere universitarie e se la stessa è stata correttamente dichiarata. Nel caso di inquadramento nella categoria EP, ai sensi del Ccnl Comparto Università del 16/10/2008 tabella A, dei predetti candidati chiede la loro esclusione dalla selezione per il conferimento dell’incarico di direttore di Unità ospedaliera complessa di Anestesia e Rianimazione”.  

All’Irccs, attualmente, sono tre i concorsi per posti di direttore (Anestesia e rianimazione, neurologia e radiodiagnostica). A quello di Anestesia e rianimazione hanno partecipato ben tre medici dipendenti del Policlinico che sono stati ammessi insieme ad altri cinque provenienti dal comparto pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomine di primari, la selezione all'Irccs nel mirino del Coas: "Non possono partecipare i medici del Policlinico"

MessinaToday è in caricamento