Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Condotto in carcere per rapina e lesioni, aveva ferito un tunisino per pochi spiccioli

I carabinieri di Barcellona hanno eseguito l'ordine di carcerazione, il 45enne marocchino dovrà scontare più di 3 anni

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, in esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, hanno arrestato ieri un
45enne marocchino, già noto alle Forze dell’Ordine, condannato alla pena di 3 anni e 2 mesi di reclusione, poiché riconosciuto responsabile dei reati di lesioni personali e rapina. Il provvedimento scaturisce da fatti risalenti al settembre 2014 quando il marocchino, in una via del centro di Messina, dopo aver avvicinato un cittadino tunisino chiedendogli una sigaretta al suo
rifiuto di dargli anche alcuni spiccioli lo aveva colpito in testa con una bottiglia, procurandogli lesioni e derubandolo del denaro che aveva addosso. I successivi accertamenti condotti dai carabinieri, hanno permesso d’identificarlo quale responsabile della rapina e denunciarlo all’Autorità Giudiziaria. Pertanto, in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso nei suoi riguardi, il 45enne è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri che, ultimate le formalità di rito, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, lo hanno tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo per l’espiazione della pena emessa nei suoi confronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condotto in carcere per rapina e lesioni, aveva ferito un tunisino per pochi spiccioli
MessinaToday è in caricamento