Consorzio autostrade, la “trasformazione” approda in quarta Commissione Ars: chieste tutele per i dipendenti

La modifica della natura giuridica dell'ente illustrata dall'assessore anche ai sindacati. Spanò chiede di accorciare i tempi, Sla-Cisal sollecita garanzie per i dipendenti sui diritti previdenziali ed economici acquisiti

E’ iniziata in quarta commissione all’Ars la discussione sul disegno di legge che potrebbe portare, dopo anni di dibattito, alla trasformazione del Cas da ente pubblico non economico ad ente pubblico economico.

Una differenza non da poco perché consentirebbe di snellire diversi iter procedurali negli appalti, nelle assunzioni ma anche nelle richieste di finanziamento. In videoconferenza sono intervenuti anche i sindacati FitCisl - FiltCGIL e Uil Trasporti e il Sindacato lavoratori autostradali che, dopo i saluti, hanno ringraziato l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone per l’impegno profuso nel portare a votazione all’Ars questo “importante e determinante” disegno di legge. Il rappresentante della Cgil Franco Spanó ha anche chiesto che il termine di 120 giorni previsto nel dl venga notevolmente diminuito vista l’urgenza del passaggio. 

La discussione si è poi concentrata sulla necessità di inserire una norma mancante nel dl che preveda nel passaggio da un ente all'altro, la tutela dei dipendenti di ruolo in atto in servizio al Cas, circa 270. A sostenere la necessità, Sla-Cisal che ha chiesto l’inserimento di un articolato che garantisca in questo passaggio il maturato economico, giuridico e previdenziale.  Una possibilità non contemplata dall’assessore Falcone perché definita “superflua”.

Altro nodo è stato evidenziato dal deputato del M5Stelle, Antonio De Luca che ha chiesto notizie sull’iter per la revoca della concessione avviata dal Mit nei confronti del Consorzio autostrade. 

Per Falcone non ci sarebbero le condizioni per arrivare alla decadenza della concessione e che piuttosto di potrebbe pensare ad una fusione con altri enti. L’argomento sarà comunque affrontato in questi giorni tra il direttore generale del Mit responsabile della vigilanza sulle concessioni autostradali e i vertici del Consorzio. Tra le novità emerse anche l’incario a docenti universitari per redigere la nuova pianta organica del Cas che sarà consegnata fra pochi di giorni. Adesso la parola passa ai capigruppo per eventuali emendamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Scuole e coronavirus, Comune attacca ancora l'Asp: proroga della chiusura non improbabile

Torna su
MessinaToday è in caricamento