Quasi duecento contagi a Milazzo, il sindaco “chiude” le principali vie e piazze

Il provvedimento sarà in vigore da domani sino al 24 gennaio. Revocata l'ordinanza del coprifuoco del “coprifuoco” a partire dalle 19

Una ulteriore “stretta” a Milazzo dove il picco dei contagi si avvicina sempre di più alle 200 unità.

Lo ha deciso il sindaco Pippo Midili. Con una ordinanza diramata questa sera si dispone che dalle 17 alle 5 saranno “ off limits” le seguenti strade e piazze: Piano Baele, piazza Caio Duilio, via Giacomo Medici, marina Garibaldi (da via Crispi sino alla chiesa di Santa Maria Maggiore), via Cristoforo Colombo, via Cumbo Borgia, piazza Duomo, piazza Roma, piazza San Papino, via Umberto I, via Domenico Piraino, piazza Perdichizzi, piazza Peppino Impastato, via Ciantro (campi di basket e vicinanza strutture sportive).

In queste zone è comunque concesso il transito veicolare per accedere agli esercizi commerciali o per lo svolgimento di attività imprenditoriali e professionali, o ancora, ovviamente, per raggiungere la propria abitazione). Insomma senza motivo la presenza del cittadino, giovane o anziano che sia, sarà ingiustificata e quindi soggetta a sanzione variabile tra i 400 ed i mille euro. Al riguardo lo stesso sindaco ha annunciato che chiederà al prefetto di intensificare al massimo i controlli da parte delle forze dell’ordine.

Per quel che concerne i negozi, per i quali si era paventato questa mattina, nel corso di una riunione tenutasi a palazzo dell’Aquila con alcuni commercianti, una chiusura alle 18,30, è stato deciso di concedere invece l’orario continuato “onde garantire una più adeguata regolamentazione, evitando possibili assembramenti, per l’accesso durante il periodo dei saldi stagionali”.

Il provvedimento sarà in vigore da domani sino al 24 gennaio.

Anche l’idea del “coprifuoco” dalle 19 alle 5, si è arenata dopo aver preso atto delle ultime novità provenienti da Roma, dove s’intende anticipare il nuovo Dpcm prevedendo dei parametri che sulla scorta del valore RT, regolerà i colori da assegnare alle varie regioni, con possibilità di ridurre gli orari di libera circolazione anche per l’asporto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ricetta della nonna per i pitoni fritti con la scalora

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: tutta la Sicilia sarà "zona rossa", 380 casi a Messina e 3 decessi

  • Zona rossa: Musumeci ha firmato l'ordinanza, dall'11 al 31 gennaio lockdown in città

  • Messina zona rossa, dietrofront del sindaco: “Revoco l'ordinanza, nessuna collaborazione sui rifiuti speciali”

  • Messina zona rossa, da venerdì ulteriori restrizioni per negozi e servizi

  • "L'ordinanza non sarà modificata", la Musolino risponde anche su barbieri e mercati che rischiano sanzioni

Torna su
MessinaToday è in caricamento