menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, contagi e connessioni internet: scatta il monitoraggio

Il vertice fra l'assessore alla pubblica istruzione Laura Tringali e i dirigenti scolastici per concordare il servizio mensa e fare il report sulle criticità. Maggiori problemi nei plessi piccoli e fra le scuole periferiche. Sulla didattica digitale integrata si attende la prossima settimana

La mensa scolastica ripartirà in sicurezza tramite l'affidamento temporaneo alla ditta che in precedenza si era aggiudicata il servizio, in attesa di nuovo bando che sarà espletato entro la fine dell'anno. Per quanto riguarda, inece, le criticità legate alla connessione a internet degli istituti scolastici ancora sono tanti i problemi da affrontare. Questo l'esito del tavolo tecnico fra l'assessora alla pubblica istruzione Laura Tringali, il direttore generale Salvatore De Francesco e i dirigenti scolastici, che si è tenuto mercoledì pomeriggio.

Con l'avvio delle lezioni in presenza alcuni casi di contagio si sono già registrati fra le scuole "Vittorini", "Santa Margherita", "Catalfamo", "Evemero", "Manzoni", "San Francesco di Paola" e "Paradiso". Ma, prima di ricorrere alla didattica digitale integrata, bisognerà attendere quanto meno la prossima settimana. "In questa fase dobbiamo soltanto limitarci al monitoraggio perché le scuola è ripartita in presenza soltanto da tre giorni, quindi non è ancora attendibile la stima", spiega Laura Tringali. Parallelamente al monitoraggio dei contagi, prosegue l'indagine negli istituti scolastici per comprendere la disponibilità della rete internet nei plessi. 

"I tecnici del comune stanno eseguendo il sopralluogo nelle scuole per capire quali sono gli interventi urgenti ma sicuramente non sono problemi che si possono risolvere nel breve termine - spiega ancora Tringali - Lo scorso anno il Comune aveva stanziato alcune somme per le scuole da investire anche nel miglioramento della rete, ma sono stati fondi che non sono bastati". Le maggiori criticità si sono verificate negli istituti più periferici, come quelli di Castanea, Salice, Bisconte, Galati Sant'Anna e al Cuppari, dove la connessione è assente o debolissima. "Cercheremo comunque di venire incontro alle esigenze di tutti, dando priorità alle aree a rischio", ha aggiunto l'assessora. 

Ad ampliare il raggio degli istituti che hanno una connessione inadeguata è il sindacalista Pietro Patti. "La maggior parte degli istituti non possiede la fibra, alcuni hanno addirittura l'adsl, quindi più connessi ci sono meno funziona la rete - spiega - Non è un problema legato soltanto ai piccoli plessi ma che riguarda più o meno tutta la città". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento