Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Litoranea Nord / Via Torrente Papardo

Mistero in contrada Papardo, 50enne trovato morto con un sacchetto in testa e le mani legate

Il corpo dell'uomo è stato ritrovato ieri sera in un appartamento di una palazzina del popoloso rione. Il decesso risalirebbe ad almeno 12 ore prima. Indagano i carabinieri

Immagine di repertorio

E' mistero sulla morte di un uomo di 50 anni ritrovato ieri sera nel suo appartamento con la testa infilata in un sacchetto di plastica e le mani legate dietro alla schiena. La scoperta è stata fatta dai carabinieri, intervenuti dopo aver ricevuto l'allarme da un conoscente della vittima.

L'uomo, residente in zona Papardo, era riverso a terra con il capo ricoperto da un sacco di plastica legato intorno al collo tramite nastro adesivo e le mani bloccate dietro la schiena con un laccio emostatico stretto molto forte. Sul posto è giunta anche un'ambulanza del 118, ma il personale sanitario non ha potuto far altro che constatare il decesso. Secondo i primi accertamenti la morte sarebbe avvenuta almeno dodici ore prima del ritrovamento del cadavere. 

Sulla vicenda indagano i carabinieri con il massimo riserbo. Resta in piedi l'ipotesi del suicidio, ma le particolari modalità del decesso lasciano aperta ogni possibilità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero in contrada Papardo, 50enne trovato morto con un sacchetto in testa e le mani legate

MessinaToday è in caricamento