Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Terme Vigliatore

Dalla droga al barbecue, le uscite non giustificate nei controlli dei carabinieri

Denunce a Rometta e Terme Vigliatore nell’ambito dei servizi di prevenzione per il coronavirus. A Patti e Capizzi controlli e segnalazioni per ragazzi che non rispettavano le prescrizioni

Barbecue a Capizzi, partite a calcetto fra amici ma anche ragazzi che certo non possono certo motivare con lo spaccio di droga le uscite serali vietate in tempi di coronavirus.

Sono gli episodi più eclatanti registrati dai carabinieri tra il 14 e il 17 marzo nell’ambito dei servizi volti a prevenire in particolare le situazioni di assembramento e gli spostamenti al di fuori dei casi previsti ed il rispetto dell’obbligo di chiusura delle attività commerciali.

In particolare a Rometta, nella serata di lunedì, i carabinieri hanno controllato un giovane, già noto alle forze dell’ordine che circolava a bordo della sua autovettura, il quale nella sua autocertificazione attestava di trovarsi fuori dall’abitazione per assistere degli anziani parenti. I militari dell’Arma però all’interno dell’abitacolo hanno percepito un forte odore di marjuana ed hanno pertanto proceduto alla perquisizione personale e veicolare, rinvenendo all’interno dell’auto complessivamente 32 grammi di sostanza stupefacente suddivisa in vari involucri ed addosso al giovane la somma in contanti di 230 euro in banconote di vario taglio. Il giovane, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e false attestazioni a Pubblico ufficiale oltre che per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

Analoga situazione a Terme Vigliatore dove, nella notte di martedì, i carabinieri hanno controllato un’auto con a bordo due giovani che circolavano senza giustificato motivo. La perquisizione personale e veicolare ha portato al ritrovamento di tre involucri contenenti stupefacenti di tipo hashish e marjuana per un peso complessivo di 4 grammi. Uno è stato  denunciato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, il suo accompagnatore in possesso di una dose di stupefacente per uso personale, è stato segnalato alla prefettura.

A Patti, invece, sabato pomeriggio, i militari hanno controllato un gruppo di otto ragazzi, che si trovavano nel greto del torrente “Provvidenza”, a poca distanza del centro abitato. Alcuni dei ragazzi stavano giocando con il pallone mentre gli altri erano raggruppati a chiacchierare senza rispettare le distanze di sicurezza raccomandate mentre a Capizzi, domenica pomeriggio, sono stati segnalati 4 giovani del posto che avevano allestito un barbecue in una strada. I ragazzi hanno spiegati ai militari l’intenzione di cenare assieme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla droga al barbecue, le uscite non giustificate nei controlli dei carabinieri

MessinaToday è in caricamento