Cronaca Acquedolci

Tre denunce per droga ad Acqueldoci, a Cesarò imprenditore accusato di occupazione abusiva

Controlli a tappeto con unità cinofile e radiomobile nei centri tirrenici. Scoperta anche attività di smaltimento illegale di rifiuti

Detenzione illecita di stupefacenti, violazioni per lo smaltimento rifiuti e occupazione abusiva di fabbricato.

Sono il bilancio di una serie di controlli effettuati dai carabinieridi Santo Stefano di Camastra che hanno svolto servizi straordinari di controllo del territorio coadiuvati dal nucleo operativo e radiomobile e l'ausilio del nucleo carabinieri cinofili di Palermo.

Nel corso dei servizi i militari hanno segnalato in prefettura deu uomini di Acquedolci trovati in possesso di droga e arrestato un 35enne sempre di Acquedolci  in flagranza di reato per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. L’uomo, sottoposto a perquisizione domiciliare con l’ausilio dei cani antidroga del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia, è stato trovato in possesso di 5 dosi di cocaina e 2 dosi di eroina. Lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e l’arrestato è stato collocato in regime di arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Patti in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

I militari hanno denunciato un 39enne, titolare di una carrozzeria di Acquedolci, per aver costruito presso la sua attività un impianto di scarico con emissione in atmosfera in assenza di autorizzazione nonché per aver gestito un’attività di smaltimento dei rifiuti degli scarti della lavorazione non conforme alle norme di tutela ambientale. L’impianto di emissione è stato sottoposto a sequestro. 

A Cesarò un 56enne ed un 59enne, denunciati all’Autorità Giudiziaria per attività di smaltimento rifiuti non autorizzata, avendo illecitamente depositato, in un capannone di proprietà comunale, che è stato sottoposto a sequestro, circa 1500 Kg di rifiuti plastici mentre un 37enne, titolare di un’azienda, avrebbe arbitrariamente occupato un fabbricato di proprietà comunale come deposito dei prodotti della sua azienda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre denunce per droga ad Acqueldoci, a Cesarò imprenditore accusato di occupazione abusiva

MessinaToday è in caricamento