rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

"I Servizi Territoriali nella tutela dei Diritti dell’Infanzia", il punto a Messina nel convegno del 19 novembre

Un tavolo di confronto fra tutte le professionalità coinvolte nel settore. "La città è ricca di talenti e professionalità che possano veramente cambiare il destino dei bambini in condizione di fragilità", commenta il Garante per l'Infanzia Angelo Fabio Costantino

Un confronto a più voci fra le professionalità che si occupano dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. A ospitare il convegno "I Servizi Territoriali nella tutela dei Diritti dell’Infanzia" l'aula magna del Rettorato dell'Università degli studi di Messina il 19 novembre dalle 8.30 alle 15. 

"L’evento nasce dalla necessità di mettere intorno ad un tavolo tutti i servizi che si occupano di infanzia ed adolescenza con l’obiettivo di trovare linee operative condivise perché i minori possano avere il massimo della tutela dalle Istituzioni. Sto registrando grande entusiasmo intorno all’evento con iscrizioni di professionisti anche desla provincia. Sento una grande bisogno di condivisione di esperienze tra professionalità e tanta voglia di formazione", spega il Garante per l'Infanzia di Messna Angelo Costantino. 

"L’evento ha ricevuto patrocini prestigiosi tra cui l’Associazione Nazionale Magistrati minori e famiglie e UNIME oltre al sostegno, sempre attento, degli Ordini Professionali e dell’Asp di Messina. Attendo riscontro da “Save the Children” con la quale stiamo facendo un lavoro importantissimo in alcuni plessi scolastici. Sono felicissimo di annunciare che ben 4 scuole di Messina sono state selezionate su 250 in Italia, per il progetto “ Fuori classe in movimento” di Save the Children. Progetto che ha come obiettivo il supporto alle scuole, con attività formative e materiali, e ai bambini per la prevenzione della dispersione scolastica", prosegue. 

"Ho ricevuto proprio ieri un sms della referente del Progetto I.C G. La Pira che mi manifestava entusiasmo e gioia. L’obiettivo di questo evento è proprio quello di costruire una modalità di lavoro basa sul “NOI”, non sull’individualismo professionale, perché insieme si può fare di più e meglio. La città è ricca di talenti e professionalità che possano veramente cambiare il destino dei bambini in condizione di fragilità e/o pregiudizio. Ci sono già 70 iscritti e Covid permettendo proveremo ad accogliere più professionisti possibili", conclude.

Per iscriversi bisogna utilzzare la mail garanteinfanzia@comune.messina.it o il portale SFERABIT per gli avvocati. 

Locandina Garante pdf-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I Servizi Territoriali nella tutela dei Diritti dell’Infanzia", il punto a Messina nel convegno del 19 novembre

MessinaToday è in caricamento