Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Un festival del teatro nelle baracche di Fondo Saccà: la coop "Ecos-Med" vince i fondi Bper

Un finanziamento da 15 mila euro che servirà per realizzare due percorso di formazione per educatori e genitori e tre spettacoli che andranno in scena a giugno, curati dalla compagnia "Carullo-Minasi". La politica del progetto è a sfondo sociale e inclusivo

Il "Giardino delle zagare"

Il primo festival di teatroche si articolerà in laboratori artistici, di scrittura e di spettacolo, per coinvolgere i ragazzi di Fondo Saccà attraverso un percorso ludico, culturale ma soprattutto inclusivo. Si è aggiudicato il finanziamento della Bper Banca il progetto “Fondo Teatro. Essere consci del meraviglioso” proposto dalla cooperativa sociale messinese Ecos-Med, che già da vent'anni organizza nella zona, riqualificata in parte dal progetto Capacity nel 2017, attività socioricreative per i bimbi. Il progetto coinvolgerà anche i genitori dei bimbi e gli operatori del "Giardino delle Zagare". 

Il crowdfunding "Il futuro a portata di mano" è stato promosso dalla Bper Banca sulla piattaforma Produzioni dal Basso, la prima in Italia per crowdfunding e social innovation. Sono stati soltanto cinque i progetti selezionati che hanno raggiunto l’obiettivo di raccolta fondi del 25% del budget previsto e sono stati, poi, cofinanziati per il restante 75% dall’Istituto, per un totale di 15 mila euro di budget. Il gruppo finanziario ha voluto contribuire così all'emergenza covid lanciando l'iniziativa "Uniti oltre le attese”, e raddoppiando, rispetto alle precedenti esperienze di crowdfunding, il plafond disponibile. La selezione è avvenuta sulla base di idee che coinvolgessero giovani e proponessero iniziative volte a favorire la partecipazione comunitaria.

"Per la realizzazione dei laboratori artistici e delle attività teatrali abbiamo scelto la collaborazione della compagnia teatrale Carullo-Minasi dando incarico di guidare i percorsi formativi ai suoi componenti: Cristiana Minasi, regista-pedagoga e Giuseppe Carullo, attore, il cui intervento permetterà di incrementare l’offerta didattica del Centro socio-educativo, facendo si che l'espressione artistica e segnatamente il teatro, entri di diritto all'interno delle attività pedagogiche che gli operatori del Centro predisporranno per i piccoli frequentanti di oggi e di domani", si legge nella stesura del piano. 

"Il progetto muove dell’idea che il teatro debba uscire fuori dal suo luogo convenzionale per colonizzare gli spazi del vivere quotidiano e si articola in due percorsi formativi e tre spettacoli che si realizzeranno presso il Centro socio-educativo Il Giardino delle Zagare , spazio unico e privilegiato in cui genitori, bambini ed educatori potranno condividere un vocabolario comune, quello dell’immaginazione e del confronto per la costruzione, di una piccola comunità di utopica resistenza", scrive ancora la cooperativa. 

Grazie al finanziamento potranno così partire percorsi di formazione per gli educatori, per i genitori, e la realizzazione di tre spettacoli che, scrive la cooperativa, "saranno rappresentati all'aperto in tre diverse giornate, verso la fine del mese di giugno, data per la quale auspichiamo che le attuali restrizioni legate all'epidemia in corso possano essere superate ma se così non fosse, ci organizzaremo per renderne comunque possibile la visione al pubblico o trovando una location più ampia o rendendoli disponibili in digitale tramite link". 

Gli altri progetti selezionati sono a Milano, a Caserta, a Padova e a Bologna. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un festival del teatro nelle baracche di Fondo Saccà: la coop "Ecos-Med" vince i fondi Bper

MessinaToday è in caricamento