menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Su corso Cavour e Cesare Battisti tornano i cordoli, futuro incerto per la pista ciclabile

La commissione Viabilità ha esaminato la richiesta della quarta circoscrizione. In programma la reintroduzione delle barriere per delimitare le corsie dei bus. Ma prima Palazzo Zanca dovrà decidere cosa farne della pista riservata ai ciclisti

Su corso Cavour e via Cesare Battisti potrebbero presto tornare i cordoli a delimitazione delle corsie preferenziali riservate ai bus. E' quanto si è discusso stamane durante i lavori della commissione Viabilità.

L'organo presieduto dal consigliere Libero Gioveni ha infatti esaminato la proposta di delibera della quarta circoscrizione che punta alla reintroduzioone della barriera per contrastare l'inciviltà di parecchi automobilisti soliti utilizzare lo spazio di carreggiata riservata al trasporto pubblico.

Sei zone a traffico limitato e ritorno dell'ecopass, presentato il Piano urbano del traffico

Un'abitudine pericolosa, soprattutto in corso Cavour dove i bus procedono nel senso opposto rispetto al traffico ordinario.

All'incontro odierno ha preso parte anche il coordinatore della commissione Viabilità della quarta circoscrizione Francesco Melita e il funzionario del dipartimento Mobilità Urbana Bruno Bringheli.

Ma la proposta resta in standby. L'amministrazione, infatti, dovrà prima esprimersi sul futuro della pista ciclabile, realizzata dall'ex giunta Accorinti. La pista, infatti, corre lungo corso Cavour e Cesare Battisti, affiancata alla corsia riservata ai bus.

"Relativamente alla necessità di eliminare la pista ciclabile urbana che, oltre ad essere inutilizzata, risulta anche pericolosa – ha spiegato Gioveni – l’ingegnere Bringheli ha confermato la volontà del Dipartimento di dare seguito alla delibera del quarto quartiere, anche perché in linea con quanto previsto nel nuovo PGTU, ma ritiene che l’eventuale installazione dei cordoli sia appunto strettamente connessa al futuro della pista ciclabile, per la quale il Dipartimento attende le decisioni dell’amministrazione, visto che anche la larghezza delle corsie preferenziali e della stessa sede stradale muterebbe con la soppressione della pista”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento