Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

Il paziente è stato ricoverato all'ospedale Papardo ma la notizia è stata tenuta riservata. Scattato il protocollo di sicurezza all'interno della struttura sanitaria. Il direttore: "Si è trattato di una polmonite che ha lo stesso nome dell'epidemia partita dalla Cina ma di altra natura"

Un caso di sospetto coronavirus a Messina. Febbre alta e raffreddore, era stato trasportato all’ospedale Papardo nel reparto di malattie infettive ma per fortuna gli accertamenti immediati hanno consentito di documentare che non si trattava del ceppo che sta tenendo col fiato sospeso il mondo intero, ma di un altro più comune.

Il caso ha interessato un anziano tecnico di radiologia del Papardo che adesso sta già meglio e ha potuto fare ritorno a casa in questi giorni ma la notizia si è diffusa creando qualche allarme fra gli ambienti sanitari.

"Si è trattato di una polmonite - spiega oggi a MessinaToday il direttore del Papardo Mario Paino - che ha lo stesso nome dell'epidemia partita dalla Cina ma di altra natura. Mi sento di rassicurare tutti sul fatto che a Messina fino ad oggi nessun caso del Corovavirus più temuto si è manifestato a Messina. In ogni caso, l'ospedale è attrezzato per affrontare anche eventuali emergenze di questo tipo e a breve riattiveremo anche le stanze in pressione negativa che sono in fase di manutenzione”.

Entra nel dettaglio l'infettivologo del Papardo Antonio Albanese: “Si è trattato del ceppo Cov229E noto dal 1960 -  spiega il medico -  che può anche dare polmoniti virali ma che in genere si risolvono nell'arco di pochi giorni, come accaduto nel caso di questo anziano. In questi giorni ce ne sono stati altri due Coronavirus di questo tipo. E' importante, per evitare inutili allarmismi, capire bene questa distinzione rispetto al ceppo cinese che si chiama Covid 2019".

Articolo aggiornato il 24 febbraio ore 8.37//modifica foto di copertina

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

MessinaToday è in caricamento