Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, dalla prefettura nuovo stop all'apertura domenicale dei supermercati

Regna la confusione sulla possibilità di consentire la vendita dei generi alimentari anche la domenica. Alle 14 una nota del prefetto dava l'ok all'apertura, ma poco dopo arriva il dietrofront. De Luca: "Così si muore di malaburocrazia"

Non c'è pace sull'apertura di domenica dei supermercati.

Alle 14 la prefettura ha dato l'ok alla vendita domenicale dei generi alimentari, in accordo con l'ultimo decreto del governo e con la stessa ordinanza del Comune. Ma alle 18.45 dal Palazzo del Governo è arrivato un inatteso dietrofront.

Così come comunicato dal sindaco De Luca, la prefettura tira in ballo l'ordinanza regionale che non consente l'apertura nel giorno festivo a supermercati, centri commerciali e botteghi, ritenendola ancora in vigore in virttù dell'autonomia riconosciuta alla Regione Sicilia.

Da qui l'ennesima confusione sulla vicenda che ha letteralmente fatto andare su tutte le furie lo stesso De Luca, così come avvenuto lo scorso 22 marzo

"Così muoriamo di malaburocrazia - ha detto De Luca - qualcuno evidentemente fa pressioni sulla prefettura. Domani chi vuole può aprire, se scattano le sanzioni sono pronto a costituirmi parte civile contro questo sistema balordo".

Utilizzo dei droni

Nel corso della diretta il vicesindaco Salvatore Mondello  è tornato sulla possibilità di utilizzare i droni, chiarendo la questione dopo la nota odierna del capo della polizia Gabrielli

"Lo scorso 24 marzo - ha spiegato Mondello - l'Enac ha sentito la necessità di predisporre nuove regole per l'utilizzo dei droni, derogando una serie di problematiche legate ad un periodo precedente la diffusione del coronavirus. L'intervento di Gabrielli è solo servito per comunicare che sono in corso interlocuzioni con Enac per una corretta e condivisa procedura d'utilizzo di tali strumenti. Non siamo stati bloccati".

Mondello ha fatto quindi sapere che domani sarà testato il primo drone e lunedì dovrebbero partire i controlli. 

De Luca al premier Conte: "Snellisca la burocrazia per destinare i fondi stanziati ai cittadini"

Il sindaco Cateno De Luca ha scritto direttamente al premier Giuseppe Conte invitandolo a sospendere le procedure di evidenza pubblica per gli acquisti di bene e servizi, finalizzati al contenimento del virus,  dando l'incarico diretto a sindaci e presidenti di Regione. 

Poi l'appello a snellire l'iter per gli aiuti alle famiglie. "La messa a disposizione dei fondi è inutile davanti alle lungaggini burocratici. Occorre mettere in moto velocemente l'economia prevedendo una norma che consenta il trasferimento delle somme stanziate direttamente nelle tasche dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, dalla prefettura nuovo stop all'apertura domenicale dei supermercati

MessinaToday è in caricamento