Cronaca

Coronavirus, in Sicilia 452 nuovi casi: +21 e 4 morti nel Messinese

I dati del bollettino ministeriale del 23 febbraio dopo oltre 25mila tamponi analizzati. Tasso di positività di 1,79% Più di 1000 i guariti, altre 21 vittime. In ospedale 953 pazienti, di cui 135 in terapia intensiva

Foto: Ansa

Si mantiene stabile la curva dei nuovi contagi di coronavirus in Sicilia. Il bollettino ministeriale del 23 febbraio ha registrato nelle ultime 24 ore 452 casi dopo l'analisi di  25.179 tamponi tra rapidi e molecolari. Il tasso di positività scende a 1,79%, ieri era del 2,2%.

La provincia di Palermo resta quella più colpita con 163 nuovi contagi rilevati (in calo rispetto a ieri quando erano 236). Poi dietro ci sono Catania 126, Siracusa 37, Agrigento 37, Ragusa 25, Messina 21, Enna 21, Trapani 17, Caltanissetta 5. Sul fronte migranti è opportuno fare chiarezza: i 50 trovati positivi a Porto Empedocle si trovano sulla nave quarantena, per cui se non sbarcano - chiariscono dalla Regione - non vengono conteggiati nel bollettino. 

Anche oggi invece sull'Isola gli attuali positivi sono in calo e diventano 28.657 (-710). Ciò è dovuto al fatto che 1.141 sono state dichiarate guarite, mentre invece 21 sono morte. Quattro decessi si sono registrati negli ospedali messinesi: tre pazienti al Policlinico e uno al Papardo. Sempre in miglioramento la situazione negli ospedali. I ricoveri ordinari sono 818 (-25) e le terapie intensive 135 (-7) con 5 nuovi ingressi.

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi registra oggi 13.314 nuovi casi e 356 decessi, 13 mila i guariti, mentre salgono a 387.948 gli attualmente positivi. Pessimi dati dagli ospedali: superata la soglia critica del 30% di occupazione dei posti letto per pazienti Covid in Umbria (57%), Abruzzo (38%), Molise, Marche, Trento e Bolzano (33%), Friuli Venezia Giulia (32%) e (31%). E' quanto emerge dagli ultimi dati, aggiornati a ieri sera, dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas). In aumento il dato medio nazionale dei ricoveri Covid nei reparti di malattie infettive, medicina generale e pneumologia.

Stasera il presidente del Consiglio, Mario Draghi, incontrerà i ministri della Salute e delle Autonomie insieme al presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro e il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo.

Coronavirus, il bollettino di oggi 

Nuovi casi: 13.314
Casi testati: 89156
Tamponi (diagnostici e di controllo): 303.850 (ieri 170.672)
molecolari: 143228 di cui 11556 positivi pari al 8.06%
rapidi: 160622 di cui 1743 positivi pari al 1.08%
Attualmente positivi: 387.948 +45 (ieri 387.903)
Ricoverati: 18.295, +140 (ieri 18.155)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.146, +28, 197 nuovi (ieri 2.118, 162 nuovi)
Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 2.832.162
Deceduti dopo Covid test positivo: 96.348, +356 (ieri 95.992 )
Totale Dimessi/Guariti:  2.347.866, +12.898 (ieri 2.334.968)
Vaccinati: 1.336.126 (3.608.645 dosi somministrate*) 


*si tratta del 76.9% delle 3.905.460 dosi consegnate da Pfizer e delle 244.600 consegnate da Moderna al 19 febbraio. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 294mila i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. In distribuzione le prime dosi dei 542.400 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 per le categorie a rischio dai 18 a 55 anni: 29mila gli uomini delle forze armate già coinvolti, 41mila tra il personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Sicilia 452 nuovi casi: +21 e 4 morti nel Messinese

MessinaToday è in caricamento