Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, in Sicilia il giorno dei contagi 0 resta lontano

Due nel Messinese i nuovi positivi al Covid-19, la nostra provincia registra anche oggi zero decessi

Nonostante sia arrivato luglio ancora il giorno del "contagi 0" appare lontano in Sicilia. Sono infatti altri 115 i casi di Covid individuati sull'Isola, oggi seconda regione in Italia dopo la Lombardia. I tamponi processati 13.481 (contro gli oltre 36 mila della Lombardia) e il tasso di positività è dello 0,8% (0,4 quello nazionale). Sono invece 5 i nuovi decessi legati al virus.

Quasi immutata rispetto a ieri la situazione negli ospedali. Il saldo dei posti letto occupati nei reparti ordinari segna un +3 rispetto a ieri per un totale di 154. Mentre i pazienti Covid in terapia intensiva restano 19 (+1) con un nuovo ingresso nelle ultime 24 ore. Ci sono 270 guariti e il totale dei positivi scende a 3.725 (-160). La mappa dei contagi per provincia: Palermo 10, Catania 22, Messina 2, Siracusa 2, Trapani 24, Ragusa 31, Agrigento 4, Caltanissetta 15, Enna 5. Zero i decessi nel Messinese. 

Intanto sul fronte vaccini c'è da registrare una frenata. In poche settimane si è passati dalle oltre 50 mila somministrazioni al giorno a circa 40 mila. E si teme un calo ulteriore con la stagione estiva entrata nel clou, proprio in concomitanza con l'avvento della variante Delta (in Sicilia al 2,9%). Il rischio è che molta gente pensando che il Coronavirus abbia mollato la presa decida di non vaccinarsi, e così facendo a settembre gli esperti non escludono l'arrivo di una quarta ondata. 

Il Covid in Italia

Il nuovo bollettino Coronavirus del Ministero della Salute registra 794 nuovi casi e 28 decessi. Oggi è il primo venerdì in cui non sono previste ordinanze del ministro della Salute: tutta Italia in bianco con rt (0.63) e incidenza (9) in calo. Intanto preoccupa la diffusione della variante Delta: al 22 giugno campioni con il lignaggio B.1.167.2 del virus SarsCov2 è salita al 22,7% ed è stata identificata in 16 Regioni/Province autonome e in alcuni territori arriva al 70%.

In particolare se in Sicilia solo il 2,9% dei nuovi casi sarebbero causati dalla Delta, in Friuli Venezia Giulia la prevalenza salirebbe al 70%. (il Piemonte è al 5%, la Toscana al 7%, il Lazio al 34,9%, la Lombardia al 38,2%, Abruzzo al 56,3%, Sardegna al 66,7%) Solo in cinque Regioni non è ancora stata riscontrata: Basilicata, Molise, Provincia di Trento, Umbria e Val d'Aosta. 

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 2 luglio

Nuovi casi: 794, ieri 882
Casi testati: 46315
Tamponi (diagnostici e di controllo): 199.238, ieri 188.474
molecolari: 82559 di cui 762 positivi
rapidi: 116679 di cui 32 positivi
Attualmente positivi: 47.779, ieri 49.358 
Ricoverati: 1.469, ieri 1.532
Ricoverati in Terapia Intensiva: 213 di cui 3 nuovi, ieri 229 
Deceduti dopo un tampone postivo: 127.615
Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 4.261.582
Totale Dimessi/Guariti: 4.086.188
Vaccinati: 19.080.865 persone pari al 35% della popolazione con più di 12 anni, 52.112.997 le dosi somministrate ovvero l'88.5% delle 40.986.201 dosi consegnate da Pfizer, delle 5.445.525 consegnate da Moderna e dei 10.409.218 vaccini AstraZeneca e 2.046.506 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 516mila dosi di cui 329mila prime dosi
Chi è stato vaccinato. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 2 luglio 2021: l'86% degli over 80, il 58% dei settantenni, e il 48% dei sessantenni, il 39% dei cinquantenni, il 22% dei quarantenni, il 17% dei trentenni e il 14% dei ventenni e l'2% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Sicilia il giorno dei contagi 0 resta lontano

MessinaToday è in caricamento