Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Covid, la Regione riallinea i dati e spuntano 6 mila guariti: oggi 1.505 nuovi casi, a Messina 128

Da Palazzo D'Orleans fanno sapere di aver effettuato ricalcolo con dati incompleti riferiti alle ultime due settimane sul fronte guarigioni, mentre sono stati aggiunti i decessi degli ultimi due mesi. Nelle ultime 24 ore oltre 35 mila tamponi e 34 persone in più in ospedale. Nessun decesso in città

Ancora un colpo di scena, l'ennesimo degli ultimi giorni, nella comunicazione dei dati relativi all'emergenza Covid. La Regione Sicilia infatti comunica un numero di guariti "che deriva da un ricalcolo effettuato con dati incompleti riferiti alle ultime due settimane", mentre dà conto di "un numero di decessi che deriva da un ricalcolo effettuato con dati incompleti riferiti a mesi precedenti".

In pratica si erano persi 6.022 guariti e 252 morti, che portano dunque a oltre cinquemila il totale dei decessi sull'Isola dall'inizio della pandemia. Il risultato è quello di continuare a creare confusione.  

Sul fronte nuovi contagi invece mentre in Italia il virus allenta la morsa con l'rt che scende sotto l'1, sull'Isola l'indice di contagiosità sale a 1,22. Secondo il bollettino diramato oggi dal ministero della Salute i nuovi casi sono 1.505 su 32.182 tamponi, con un tasso di positività del 4,6%. 

L'anomalia dopo l'inchiesta sui "dati falsi", in Sicilia non si guarisce più dal covid 

Sempre più difficile la situazione negli ospedali (soprattutto in quelli del Palermitano dove Musumeci ha dichiarato la zona rossa), dove il numero dei posti letto Covid occupati aumenta di 30 unità rispetto a ieri arrivano a 1.149, mentre le terapie intensive diventano 168 (+4) con 9 nuovi ingressi. Si è ancora lontani dalla situazione di inizio anno (quanto si contavano oltre 1.700 persone ricoverate), ma il trend non lascia per nulla sereni. 

Oggi dopo il riallineamento cala sensibilmente anche il numero degli attuali positivi, che dunque scendono 21.752. Di questi 20.435 in isolamento domiciliare. Guardando alle province è sempre quella di Palermo a registrare il più alto numero di contagi: 471. Quindi Catania: (238), Messina (128), Siracusa (110), Trapani (135), Ragusa (84), Caltanissetta (110), Agrigento (181) ed Enna (48).

Nella città dello Stretto oggi nessun decesso. 

Campagna vaccinale: in Sicilia altri 1350 operatori in più 

Per implementare la campagna vaccinale anti-Covid, in Sicilia arriveranno ulteriori 1350 professionisti della sanità. È la nuova dotazione organica messa a disposizione dalla Struttura commissariale nazionale, guidata dal generale Francesco Figliuolo, in vista dell'incremento della fornitura di vaccini e tenuto conto della capacità della Sicilia nelle somministrazioni. Proprio in occasione della visita (nella foto) nell'Isola del commissario per l'emergenza, lo scorso 27 marzo, il presidente della Regione Nello Musumeci aveva chiesto al generale Figliuolo di valutare l'opportunità di poter incrementare la capacità di inoculazione dei vaccini mediante il coinvolgimento di altro personale sanitario reclutato direttamente da Roma.

«Ringrazio il commissario Figliuolo che, da uomo del fare, resosi conto personalmente delle capacità logistiche che abbiamo messo in campo - ha commentato il governatore - ha dato seguito alle nostre segnalazioni in pochi giorni. È proprio il fattore tempo a fare la differenza in questa partita difficile, in cui nessuno si sta risparmiando. Anche ieri, giovedì, infatti, abbiamo effettuato circa 20mila iniezioni e con questa nuova dotazione di personale potremo davvero imprimere un'accelerazione significativa».

I “nuovi” professionisti saranno impiegati in tutti gli hub e nei centri vaccinali già esistenti nell'Isola, ma anche in quelli (una ventina) che apriranno entro aprile e che Musumeci ha voluto affidare ancora alla Protezione civile regionale. Significativo l'arruolamento di sanitari per i territori e le aziende ospedaliere di Palermo, Catania e Messina, dove arriveranno rispettivamente 362, 333 e 172 unità. Saranno 158 i nuovi vaccinatori destinati all'area di Siracusa, 101 a Trapani, 76 a Caltanissetta, 54 ad Agrigento, 49 per i centri vaccinali di Enna e 45 per quelli della provincia di Ragusa.

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 9 aprile 2021 registra un tragico bilancio con ben 718 morti. Si tratta tuttavia di un dato fortemente influenzato dai dati di regione Sicilia che ha inserito decessi di mesi precedenti. Sono invece 18.938 nuovi casi Covid su 215.504 tamponi (8.33% positivi) e 147.469 test rapidi (0.65% positivi).

Si registra un minor carico sugli ospedali con oltre settecento pazienti covid in meno di ieri e 63 posti occupati in meno in terapia intensiva al netto di quasi duecento nuovi accessi. Oggi il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro analizzando i dati del monitoraggio della Cabina di Regia ha spiegato che il livello di occupazione nelle terapie intensive "si sta stabilizzando intorno al 41% e siamo quindi arrivati sostanzialmente ad un plateau, così come per le aree mediche.Quindi ci attendiamo che inizino a decrescere anche i decessi".

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 9 aprile 2021

  • Nuovi casi: 18.938 (ieri 17.221)
  • Casi testati: 107583 (ieri 107968)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 362.973 (ieri 362.162 )
  • molecolari: 215504 di cui 17961 positivi pari al 8.33% (ieri 7.7%)
  • rapidi: 147469 di cui 963 positivi pari al 0.65% (ieri 0.72%)
  • Attualmente positivi: 536.361 (ieri 544.330)
  • Ricoverati: 28.146, -705 (ieri -465)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.603, -63, 192 nuovi (ieri -20, 259 nuovi)
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.736.526
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 113.579 (ieri 112.861)
  • Totale Dimessi/Guariti: 3.086.586 (ieri 3.060.411 )
  • Vaccinati: 3.704.845 (12.059.220 dosi somministrate) 

Si tratta del 77.5% delle 10.259.730 dosi consegnate da Pfizer e delle 1.320.400 consegnate da Moderna al 9 aprile. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 4.194.707 i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. Con i 3.988.600 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 sono stati coinvolti 240mila uomini delle forze armate e 1.088.883 docenti e non docenti del personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 203mila dosi (di cui 61mila seconde dosi) rispetto alle 300mila auspicate dal piano vaccinale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Regione riallinea i dati e spuntano 6 mila guariti: oggi 1.505 nuovi casi, a Messina 128

MessinaToday è in caricamento