menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in Sicilia 35 nuovi casi: 8 nel Messinese

903 gli attuali positivi e nessun decesso. I dati ufficiali della Regione Sicilia


Ancora in salita i casi di Coronavirus in Sicilia. Sono 35 i nuovi positivi colpiti dalla pandemia, tra questi 8 nel Messinese. Sono gli ultimi dati forniti dal ministero della Salute per aggiornare il bollettino sul Covid-19 regione per regione. Gli altri contagiati sono sparsi tra Catania (8),Palermo (4) , Ragusa (13) e Siracusa (2). Secondo quanto si apprende dalla Regione i numeri diffusi oggi non contemplerebbero i dati relativi ai migranti arrivati nell’isola di Lampedusa.

In Sicilia il dato dei ricoverati con sintomi passa,rispetto al giorno precedente, da 45 a 50. Altri due i pazienti trasferiti nei reparti di terapia intensiva degli ospedali dell'Isola. Cresce da 821 a 843 il numero di persone sottoposte a isolamento domiciliare, 903 in tutto quelle attualmente positive. La casella delle guarigioni registra un +6 nelle ultime 24 ore mentre resta invariato il numero dei decessi. Complessivamente sono stati eseguiti 2.146 nuovi tamponi.

Dati bollettino Coronavirus ministero della Salute 23 agosto 2020-2

Lo scontro tra Musumeci e Roma

L’ordinanza firmata nella notte dal governatore siciliano Nello Musumeci ha previsto lo sgombero degli hotspot e dei centri di accoglienza per migranti. “L’Europa fa finta di nulla”, ha detto presidente della Regione. Dopo aver incassato l’approvazione di buona parte del centrodestra e qualche critica da sinistra però è arrivata una precisazione da fonti del Viminale. La competenza in materia di immigrazione è infatti dello Stato.

"Rispetto per la Sicilia. Hotspot competenza dello Stato? Quindi anche la responsabilità… Piuttosto che prendersela con le ordinanze, facciano sentire la loro voce in Europa. E facciano qualcosa...". Così il presidente Musumeci ha replicato attraverso i canali social. "Da Roma - ha aggiunto - non abbiamo avuto altro che silenzi: sullo 'stato di emergenza' richiesto per Lampedusa 2 mesi fa, sui protocolli sanitari da applicare, sulle tendopoli da scongiurare, sui rimpatri che dovevano iniziare il 10 agosto e di cui non si parla più, sul ponte aereo per i negativi. Nulla. Solo silenzio".

Covid-19, in Italia altri 1.210 casi

In basso il bollettino del 23 agosto diffuso dal Ministero della Salute (tabella allegata in alto).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento